La fallimentare esperienza dei servizi sociali negli ultimi cinque anni

Questa era la situazione di Terlizzi a marzo 2015:

  1. servizi di animazione per gli anziani e i disabili: ZERO; assistenza
  2. servizi per le famiglie: ZERO;
  3. servizi per i bambini e gli adolescenti: ZERO;
  4. aiuti per le persone povere: ZERO.

Eppure i soldi ci sono e si tratta di milioni di Euro.

Sono i soldi che la Regione Puglia, da mesi, ha versato all’Ambito n. 3 (Terlizzi, Ruvo, Corato) per la gestione del Piano Sociale di Zona, a cui si aggiungono i finanziamenti che il Comune di Terlizzi ha in cassa da anni per la gestione del Conservatorio Immacolata Concezione e della porzione del plesso della Scuola Elementare Pappagallo, destinati a centro diurno per bambini e servizi per le famiglie in difficoltà.

I soldi ci sono, sono tanti, ma non vengono spesi. PERCHE’???

Perchè questa inerzia?  Gli amministratori terlizzesi sono incapaci o non vogliono spenderli?

La Regione Puglia si è stancata di attendere che i nostri politici si sveglino dal loro torpore, e ha dato un ultimatum, alla fine sta decidendo di commissariare l’Ambito, sancendo così l’incompetenza e la dannosità di una politica inconcludente e parolaia che da tre anni governa la nostra città.

Il Sindaco sicuramente si difenderà adducendo motivazioni insulse e scaricando le responsabilità sugli altri due comuni (Corato, comune capofila e Ruvo). Ma prima ancora che egli tenti di confondere le acque risponda, in quanto primo cittadino di Terlizzi, a queste domande facili facili:

  1. PERCHE’ NON INTERVIENE, FATTIVAMENTE ED EFFICACEMENTE, ANCHE ATTRAVERSO IL CONSIGLIERE DELEGATO (in grave conflitto d’interesse) AFFINCHE’ SIANO AVVIATE LE ATTIVITA’ PER I BAMBINI E LE FAMIGLIE? La sua presenza nell’Ambito conta qualcosa o è una comparsa utile solo a tutelare interessi particolari?
  2. PERCHE’ NON INAUGURA IL CONSERVATORIO IMMACOLATA CONCEZIONE E IL PLESSO DELLA SCUOLA PAPPAGALLO (i cui lavori di ristrutturazione sono completati da tempo)?
  3. PER QUANTO TEMPO DOVREMO ANCORA ATTENDERE I SERVIZI SOCIALI DI CUI LA CITTA’ HA BISOGNO? I Servizi Sociali non sono una gentile concessione del Consigliere Delegato, ma un diritto di cittadini che contribuiscono alla spesa pubblica ATTRAVERSO IL PAGAMENTO DELLE TASSE!

Coordinamento Movimento UNITI A SINISTRA

ImmagineSTASERA PARLIAMO DI POLITICHE SOCIALI ALLE ORE 20, IN VIALE ROMA 4 – EX BAR BIANCO ROSSO

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...