Arriva nelle aule giudiziarie lo scontro tra Grassi e il PD del 2012

Si è celebrata oggi a Trani la prima udienza del processo che vede contrapposti alcuni tra i massimi esponenti di quello che è stato il centrosinistra cittadino.

Su querela del deputato Gerolamo Grassi sono stati chiamati a rispondere del reato di diffamazione l’ex sindaco Vincenzo di Tria, l’ex assessore alle politiche sociali Santina Mastropasqua e l’attuale segretario cittadino del Partito Democratico Franco Barile, i quali a novembre 2012 “avrebbero”, in concorso fra loro, offeso la reputazione del parlamentare del PD attraverso un manifesto e vari interventi sui social network.

I fatti risalgono all’inchiesta della trasmissione Report di RAI3 sui fondi prelevati dalle casse dell’ex Partito della Margherita dal suo tesoriere Luigi Lusi, recentemente condannato dalla Corte d’Appello di Roma http://www.repubblica.it/politica/2016/03/31/news/margherita_luigi_lusi_condanna_ridotta_in_appello_a_7_anni-136628809/

Nella trasmissione della Gabanelli figurava anche il nome di Grassi come destinatario di alcuni assegni staccati da Lusi, a questo, la locale sezione del Partito Democratico già guidata dal dott. Barile aveva fatto riferimento in un manifesto fatto affiggere per le vie cittadine, che aveva innescato interesse e una vivace polemica politica.

A distanza di 5 anni da quegli episodi lo scontro passa nelle aule di tribunale, con la partecipazione anche di un altro importante esponente del centrosinistra terlizzese e candidato sindaco per il PD nel 2012, l’avv. Michele Berardi, nei panni di difensore di due degli imputati.

La prima udienza, alla quale erano presenti solo Vincenzo di Tria e Santina Mastropasqua, è servita per la costituzione delle parti e per l’acquisizione della lista dei testi che dovranno testimoniare a favore degli imputati.

Durante l’udienza l’avvocato di Gero Grassi ha anche annunciato la costituzione Parte Civile del parlamentare nei confronti dei soli Di Tria e Mastropasqua, tenendo fuori Franco Barile dalle sue pretese risarcitorie.

In altre parole, se si dovesse provare il reato, a pagarne economicamente saranno solo Di Tria e Mastropasqua, mentre l’attuale segretario PD Franco Barile ne subirebbe solo la condanna penale, un gesto, quello di Grassi, forse legato alla campagna elettorale ormai imminente e all’opportunità di non inasprire gli animi con il segretario cittadino del suo partito.

Diverso trattamento è invece riservato a Vincenzo di Tria e Santina Mastropasqua, usciti da tempo dal Partito Democratico e tra i fondatori terlizzesi del Movimento Democratici e Progressisti.

La prossima udienza è stata fissata per il 20 novembre prossimo e su cui vi terremo aggiornati sugli sviluppi di questo scontro giudiziario che avvelena ulteriormente gli animi della politica cittadina.

Un pensiero su “Arriva nelle aule giudiziarie lo scontro tra Grassi e il PD del 2012

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...