Esposto presentato alla Soprintendenza delle Belle Arti, per lo scempio ai marciapiedi dello storico “Stradone”

Il Movimento Civico di Città Civile, sollecitato dalle numerose proteste dei cittadini residenti ha cominciato a mettere nero su bianco in merito alla contestata opera di ribasolamento del marciapiedi dello “Stradone di Corso Dante” che risulta inadeguata, sia dal punto di vista funzionale che da quello storico e paesaggistico. Di seguito il testo della lettera esposto.

ALLA SOVRINTENDENZA BELLE ARTI B A R I.

OGGETTO: lavori si sistemazione e riqualificazione dei marciapiedi dell “Stradone” e delle altre strade che cingono il nucleo medievale di Terlizzi – ESPOSTO.

Con delibera di Giunta comunale n. 118 del 05.08.2016 è stato approvato il progetto di cui all’oggetto e con successiva determina dirigenziale n. 264 del 04.11.2016 è stato approvato il relativo progetto esecutivo in variante per un importo complessivo di € 1.101.540,10.

In questi atti si attesta la “coerenza con la pavimentazione fronteggiante il palazzo di Città, ed altre zone del nucleo medievale, con la posa in opera di basole calcaree di spessore 3 cm (pedonali), rifinitura bocciardata media a macchina, con basole in pietra calcarea di Minervino Murge, picconate a mano alla “punta media” sulla faccia vista”.

TUTTO CIO’ PREMESSO Si solleva FORMALE ESPOSTO di difformità tra quanto descritto e dichiarato e ciò che materialmente e “ictu oculi” si sta in questi giorni realizzando con la messa in opera di basole “carrabili”, incoerenti con la pavimentazione fronteggiante il palazzo di Città, di difficile identificazione come “pietra calcarea di Minervino”; in secondo luogo, in difformità al parere di codesta Sovrintendenza, prot. N. 776 del 05.08.2016, i lavori in oggetto si sono estesi ben oltre quanto descritto e dichiarato in oggetto, in particolare con l’apertura di grandi aiuole che per tutto lo “Stradone”, e non solo nelle zone prescritte, tali da ridurre in modo invasivo e in misura eccessiva rispetto alla sezione pedonale così come storicamente e architettonicamente consolidata.

SI CHIEDE A codesta SOVRINTENDENZA DELLE BELLE ARTI di BARI di intervenire con necessità e urgenza per verificare che l’integrità e la coerenza del c.d. “Stradone”, stratificazione moderna dell’antico fossato delle mura medievali non siano state radicalmente alterate con grave pregiudizio del valore storico-architettonico.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...