Consiglio Comunale, Cagnetta: Convocazione in ore mattutine per limitarne la partecipazione

768842_635227880124350589_Michele Cagnetta_300x161

Ancora una convocazione di Consiglio comunale in ore mattutine, le proteste del consigliere comunale Avv. Michele Cagnetta arrivano sul tavolo del Prefetto per gravi violazioni dei principi di democrazia.

Più volte, il consigliere Cagnetta che esercita la professione di Avvocato, ha pubblicamente fatto notare che quando si tratta di discutere di argomenti importanti, il consiglio comunale viene fissato in ore mattutine, cosa che gli impedisce, a causa della sua professione, di svolgere il suo compito istituzionale a causa di esigenze di lavoro presso il Tribunale dove è chiamato a rappresentare gli interessi degli assistiti.

Infatti, il consiglio comunale, fissato per venerdì 17 alle ore 9,30 non gli consentirà di partecipare per delicati impegni professionali già assunti, cosa che avviene con una certa cadenza nonostante il disappunto di chi come lui non vive dalla politica dei banchi comunali, ma che la politica la svolge per pubblico interesse e non retribuita.

Con una lettera inviata al Prefetto di Bari, l’Avv. Cagnetta chiede di intervenire per evitare che una prassi antidemocratica possa artatamente impedire ad un consigliere comunale l’adempimento del proprio dovere istituzionale in rappresentanza dei cittadini che lo hanno voluto nel ruolo amministrativo.

Di seguito l’elenco dei punti all’ordine del giorno di venerdì 17 febbraio:
1) Domande di attualità
2) Approvazione convenzione per la costituzione e gestione in forma associata di un’associazione ex art.30 del D.Lgs. n.267/00, denominata “Associazione Puglia Imperiale”, tra i comuni pugliesi di: Andria, Barletta, Bisceglie, Canosa di Puglia, Corato, Margherita di Savoia, Minervino Murge, Ruvo di Puglia, San Ferdinando di Puglia, Terlizzi, Trani e Trinitapoli.
3) Realizzazione di un sottopasso ferroviario per la soppressione del passaggio a livello posto al Km. 29+555,27 della linea ferroviaria Bari Nord (Bari – Barletta) in viale dei Lilium – Approvazione progetto esecutivo – Approvazione variante P.R.G.
4) Giudice di Pace di Trani, ex Giudice di Pace di Ruvo di Puglia – “I.R.P.M.” c/Comune di Terlizzi – Sentenza n. 61/2016 – Riconoscimento della legittimità del debito fuori bilancio ai sensi dell’art. 194, comma 1, lettera a), D.Lgs. n. 267/2000 e ss.mm.ii.
5) Tribunale di Trani, Sezione distaccata di Andria, P.M. c/Comune di Terlizzi – Sentenza n. 1390/2016 – Riconoscimento della legittimità del debito fuori bilancio ai sensi dell’art. 194, comma 1, lettera a), D.Lgs. n. 267/2000 e ss.mm.ii.
6) Tribunale di Trani, Sezione distaccata di Andria, B.A.M. c/Comune di Terlizzi – Sentenza n. 651/2016 – Riconoscimento della legittimità del debito fuori bilancio ai sensi dell’art. 194, comma 1, lettera a), D.Lgs. n. 267/2000 e ss.mm.ii.
7) P.N.A. 2016 – Piano Triennale per la Prevenzione della corruzione (P.T.P.c.) e obiettivi strategici generali d’ambito
8) Articolo 69 del Regolamento per l’istituzione e l’applicazione dell’Imposta Unica Comunale (I.U.C.) – Riduzioni TARI. Interpretazione autentica

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...