Centrale Radio impolverata e spreco della Telefonia Mobile, al comune di Terlizzi si può

L’AMMINISTRAZIONE GEMMATO NON E’ EFFICIENTE, NON HA VISIONE DI FUTURO E SPRECA RISORSE

Se potessimo far visita al magazzino del Comune di Terlizzi dovremmo imbatterci in una Centrale Operativa, impolverata dal tempo, con relativo sistema di radio portatili localizzabili e stazioni veicolari per il Comando di Polizia Urbana.

Statisticamente ogni 2,5 dipendenti del Comune Terlizzi hanno in uso un dispositivo di telefonia mobile a carico della collettività (47 utenze/116 pianta organica al 01/01/2016) sempre che sia tutt’ora in corso la convenzione stipulata nel lontano 2010 per 27 utenze di cui si trova qualche traccia della sua esistenza sino al 2014 alle quali si devono aggiungere quelle descritte più avanti.

La Centrale Operativa è stata acquistata dal nostro Comune a fine Dicembre 2015 per la cifra di circa 22.300,00 euro.

Il Ministero dello Sviluppo Economico con la pratica del 17/06/2015 autorizza il Comune di Terlizzi al diritto individuale d’uso delle frequenze con decorrenza dal 01.07.2016 e sino al 31.12.2025.

Nell’atto leggiamo: “Il pagamento dei contributi deve essere effettuato, per quanto riguarda la parte di competenza dell’anno di rilascio, entro 30 giorni dalla notifica del provvedimento, e dentro il 31 gennaio per gli anni successivi”.

Sappiamo che per l’anno in corso la concessione delle frequenze costa circa 1.045,00 euro mentre non si trovano notizie riguardanti pagamenti effettuati per l’anno 2016, come previsti dal precedente capoverso.

Nel corso degli anni precedenti è scontato che la Polizia Urbana abbia fatto ricorso all’uso della telefonia mobile stante la necessità di garantire la sicurezza degli operatori e per svolgere al meglio le mansioni a loro affidate durante il servizio non disponendo di una Centrale Operativa.

Non ci possiamo non soffermarci sul fatto che i costi di telefonia mobile, sostenuti siano raddoppiati nel giro di 2 anni a fronte di un calo sul mercato di tali costi.

Nel corso dell’anno 2014 la somma impegnata è stata di circa 5.000,00 euro, il documento non fornisce dati sul numero delle SIM acquistate e le loro caratteristiche.

Nel corso dell’anno 2015 la somma impegnata è stata di circa 6.000,00 euro, il documento ci rende edotti nel dettaglio delle caratteristiche: 14 SIM con 800 minuti, traffico illimitato intranet, 800SMS ed 1GB di Internet; 2 SIM con 800 minuti, traffico illimitato intranet, 800 SMS e 5 GB di Internet; 1 SIM con minuti illimitati, traffico illimitato intranet, SMS illimitati e 5 GB di Internet; 3 SIM dati con 5 GB di traffico internet e tablet incluso.

Nel corso dell’anno 2016 è stata impegnata la somma di circa 9.500,00 euro, il documento non ci informa se rispetto al precedente anno sono state effettuate variazioni sulle caratteristiche.

Quindi abbiamo una Centrale Radio del valore di circa 23.300,00 che si impolvera, il canone annuo di circa 1.045,00 da pagare ed in ogni caso dovremo sempre far fronte alle necessità dei Vigili Urbani di poter avere un valido strumento di comunicazione utilizzando la telefonia mobile.

In compenso i dipendenti comunali non avranno grossi problemi di comunicazione visto che ogni 2,5 hanno probabilmente in dotazione un dispositivo di telefonia mobile.

A cura di Giuseppe Coviello

Giuseppe Coviello

Giuseppe Coviello

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...