Scandalo Censum: “cornuti e mazziati”, ai terlizzesi dopo aver perso i soldi tocca anche pagare

fotorcreated

Vi ricordate della CENSUM? Qualcuno forse se ne è dimenticato o fa finta di non ricordarsene, tanto più che stanno arrivando le elezioni comunali e gli elettori potrebbero ricordarsi dei politici che hanno favorito la CENSUM e l’hanno messa nelle condizioni di sparire con i soldi dei cittadini.

C’è a chi non conviene più parlare dello scandalo CENSUM, che trascina il Comune di Terlizzi nelle aule di giustizia a difendere le sue ragioni, che però non faranno mai ritornare i soldi indietro, semplicemente perché i soldi non ci sono più, la CENSUM è fallita e la fideiussione che doveva garantire i soldi del Comune si è dimostrata una truffa, (come avevamo già scritto https://terlizzinews.com/2014/04/18/caso-censum-ma-che-fine-hanno-fatto-i-nostri-soldi/comment-page-1/ ).

Ma nel frattempo ci accorgiamo che il Comune di Terlizzi non solo ha perso i soldi ma è pure costretto a pagare al posto di chi i suoi soldi li ha fatti sparire.

Succede infatti che  “a seguito del ricorso ex art. 702-bis c.p.c. inoltrato dal legale del Comune, prof. avv. Ugo Patroni Griffi presso il Tribunale di Trani, il Tribunale emetteva  l’ordinanza del 12.09.2014 recante la condanna della Censum s.p.a. al pagamento in favore del Comune di Terlizzi della somma di € 1.025.661,94, oltre interessi di mora maturandi a decorrere dal 01.07.2014 sulla sola sorte capitale nonché la condanna della medesima al rimborso delle spese di lite quantificate in € 750,00 per spese ed € 4.000,00 per compenso, oltre IVA, c.p.a. e 15% per spese generali”.

La CENSUM però è fallita (giusta sentenza del Tribunale Civile di Bari n. 128 del 6/8.07.2015) e quindi non paga nessuno.

Nel frattempo, in data 04.05.2016, prot. n. 12403, l’Agenzia delle Entrate, Direzione Provinciale di Barletta-Andria-Trani, notificava avviso di liquidazione dell’imposta n.2014/004/AV/000004432/0/001 dell’importo di € 31.336,00 afferente la registrazione dell’ordinanza del Tribunale.

Per prassi avrebbe dovuto pagare la parte soccombente nel giudizio, cioè la CENSUM s.p.a., ma essendo fallita la pagheranno i terlizzesi http://www.comune.terlizzi.ba.it/terlizzi/mc/mc_attachment.php?mc=21836ù

E non è finita qui, perché il Comune di Terlizzi in una situazione del tutto analoga è costretto anche a pagare altri 35.000 euro. Questa volta pagherà lui al posto della CONFIDITALIA s.c.p.a., la società fantasma che avrebbe dovuto garantire i soldi dovuti dalla CENSUM mediante una fideiussione. “Invece di avere Grazia ha avuto Giustizia”, si dice dalle nostre parti, e così leggiamo sull’Albo Pretorio che siccome il Presidente della II Sezione del Tribunale di Bari, dott. N. Magaletti il 04.07.2013, ingiungeva alla società CONFIDITALIA s.c.p.a. di pagare in favore del Comune di Terlizzi la somma di €1.000.000 oltre gli interessi legali, in data 25.11.2015, prot. n.35261, l’Agenzia delle Entrate, Direzione Provinciale di Bari, notificava avviso di liquidazione dell’imposta n.2013/003/DI/000001589/0/001  dell’importo di €30.025,75 afferente la registrazione del decreto ingiuntivo.http://www.comune.terlizzi.ba.it/terlizzi/mc/mc_attachment.php?mc=21885

E IO PAGO!

Il Comune di Terlizzi, che è lo stesso che non si è costituito Parte Civile nel processo, paga al posto della CENSUM e della CONFIDITALIA.

Ma possiamo stare tranquilli, perché Gemmato si è affrettato a trasmettere copia dell’incartamento al Prof. Avv. Ugo Patroni Griffi “per le successive iniziative da intraprendere” per farsi restituire  i soldi, che noi siamo convinti non torneranno mai più indietro.

E I TERLIZZESI CONTINUANO A PAGARE!

 

2 pensieri su “Scandalo Censum: “cornuti e mazziati”, ai terlizzesi dopo aver perso i soldi tocca anche pagare

  1. ma di che cosa ci stiamo meravigliando? Anzi mi chiedo il processo in corso nei confronti del presidente della censum e della dirigente del degli affari finanziari del comune di terlizzi arriverà a buon fine? Tanto noi terlizzesi siamo amanti delle menti eccelse forestiere. Infati professionisti Terlizzesi non sono all’altezza per dirigere settori del nostro comune . E noi paghiamo a caro prezzo le simpatie dei nostri amministratori……………………..!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...