Per le case sparse vogliamo pagare il giuto, la Tassa Rifiuti va ricalcolata, ecco cosa fare

155458029
La norma prevede che in caso di irregolare o insufficiente svolgimento del servizio, la tassa sia dovuta in misura ridotta.
L’intenzione del legislatore è quella di garantire all’utente di avvalersi del servizio in modo agile e comodo ed è per tale motivo che, affinchè i comuni possano richiedere il tributo, non è sufficiente la mera istituzione del servizio ma è altresì necessario che gli stessi predispongano materialmente tutte le strutture operative necessarie ad un effettivo funzionamento dello stesso.
In tal senso si era espressa la Corte di Cassazione già con la sentenza n. 995 del 4 febbraio 1987, nella quale affermava che la tassa per la raccolta ed il trasporto dei rifiuti solidi urbani è dovuta quando sussistono due presupposti, costituiti, l’uno, dalla istituzione del servizio da parte del Comune e l’altro, dalla possibilità dell’utente di usufruirne.
Il modulo per chiedere la riduzione della TARI per le case sparse di campagna può essere ritirato presso la sede di “CittàCivile” in corso Vittorio Emanuele n. 15 – Terlizzi
Noi cittadini, non vogliamo assolutamente esimerci dal pagare la T.A.R.I., ma vogliamo pagare nella giusta misura, in base al servizio.
A cura di Lucia d’Amato
Lucia D'Amato

Lucia D’Amato

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...