L’Amministrazione Gemmato e i Palazzinari, svenduto il mercato di via Carelli

mercato

Dopo aver sbattuto la testa già un paio di volte, imperterriti ed incuranti, bocciati anche dalla regione, ci riprovano. Sarà la vicinanza di qualche “amico” a cui non si può dire di no, sarà l’odore del cemento, ma ci riprovano.

Sull’albo pretorio del Comune di Terlizzi in data 29/11/2016 è stata pubblicata la determina 822 – PIANO DELLE ALIENAZIONI, con cui si mette all’asta il Mercato di via Carelli – avviso_di_asta_pubblica_2016

Tra i diversi immobili che il Comune intende vendere, con asta pubblica, in fondo in fondo, per ultimo, date un’ occhiata al lotto XXXI e XXXII: l’amministrazione Gemmato rimette in vendita tutta l’area del vecchio mercato floricolo.

Per farne cosa?
Palazzi ovviamente, ma che domande!!!

C’è un problema.
L’area in questione, vicina alla ferrovia, ad un sito industriale in disuso, ad un cavalcavia, però, nell’attuale Piano regolatore ha destinazione F4, cioè è destinata ad attrezzature commerciali e viabilità di PRG.
E allora i Fratelli, con tutta la maggioranza, cosa si sono inventati pur di compiacere qualche amico? Fanno una bella variante al PRG e con, un colpo di penna, l’area in questione da F4 passa a B1(aree di completamento).
Con la bacchetta magica una porzione di territorio destinata ad attività commerciali diventa edificabile.
Peccato che NON esiste ancora il parere favorevole della Regione. E quindi, ad oggi, tale area resta a vocazione commerciale.

Si tenga conto che la Regione ha già bocciato una prima volta il gioco di prestigio tentato dalla Giunta Gemmato. Ma Gemmato ci riprova.

Cambia qualche virgola e ripropone il giochino. In attesa dell’OK da parte della regione (che spero non giunga mai) loro provano a vendersi la pelle dell’orso prima di averlo ucciso.

Ora le domande sarebbero diverse. Ne facciamo alcune:
1) Che fine farà il mercato ortofrutticolo? C’è già un’alternativa? Domande retoriche perchè la risposta è NO. Non c’è nulla.

2) Perché costruire palazzi in un’area che ha altra destinazione? Che senso ha fare una variazione al PRG?

Qual’è l’interesse pubblico che si vuole perseguire? Ci sono aree destinate alla costruzione edilizie abitative. Perché non utilizzare quelle?

3) Perché in tutti questi anni l’amministrazione Gemmato, da un lato, ha perseguito l’obbiettivo di chiudere il mercato ortofrutticolo e dall’altro, la stessa amministrazione, ha speso centinaia di magliai di euro per lavori di ristrutturazione del mercato stesso con tanto di selfie?

4) Terlizzi è un paese che vede la presenza di migliaia di imprese agricole.

Perché, anzicché accontentare qualche palazzinaro, in questi anni, l’amministrazione Gemmato non ha avviato NESSUNA INIZIATIVA finalizzata al rilancio di tutta l’area e di conseguenza del comparto ortofrutta.
In diverse realtà sono in atto una serie di iniziative tese proprio alla valorizzazione del comparto.

L’Ortomercato per esempio, oltre a poter diventare il primo datore di lavoro Terlizzi, potrebbe avere un ruolo fondamentale nel valorizzare la filiera dei mercati locali che fanno leva sul rapporto fiduciario con il cliente finale e che, rispetto alla GDO, garantiscono maggior capacita di scelta e qualità per il consumatore.
Un mercato, il nostro, ubicato in un’area che riesce a sfruttare pienamente le confinanti e strategiche reti di trasporto e la vicinanza al centro della città sarebbe perfetto.

5) Perché l’amministrazione Gemmato persevera nella cattiva abitudine di procedere con le varianti al PRG.

Città Civile crede fortemente nel principio che non vanno modificate le vocazioni originarie del territorio. E riafferma la necessità di approvare il PUG al fine di dotare Terlizzi di uno strumento urbanistico organico rispondente alle nuove necessità e vocazioni.

Invece l’amministrazione Gemmato preferisce procedere con le Variazioni al PRG, con i colpi di penna e simsalabim un terreno da commerciale diventa edificabile.

Con questa operazione si dà un colpo mortale ai produttori agricoli Terlizzi.

Il tutto, solo per accontentare qualche amico, o amico di amico, o ex amico.

Il tutto, forse, all’origine del famoso “Patto di irresponsabilità”, che spostò parecchi voti da sinistra a destra.

Un pensiero su “L’Amministrazione Gemmato e i Palazzinari, svenduto il mercato di via Carelli

  1. Pingback: 2016: l’amministrazione Gemmato ci lascia un pessimo ricordo, ecco i momenti da non dimenticare | TerlizziNews

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...