Nasce “La Corrente”, un nuovo movimento politico che si candida al governo della Città

15027602_1740744209584915_1760740624475479795_n
Una corrente di aria nuova ed energia pulita per Terlizzi.
Terlizzi è casa nostra, il paese in cui siamo cresciuti, il paese da cui alcuni sono partiti, il posto dove tornare.
La partecipazione alla vita pubblica è un atto di responsabilità verso noi stessi e la Comunità che viviamo e il confronto è un momento indispensabile per costruire un progetto politico condiviso.
Cosa succede a Terlizzi? Vengono edificati nuovi palazzi, ma il prezzo delle abitazioni non cala e centinaia di appartamenti restano sfitti. Si procede a rimettere in sesto parchi giochi, ma non esistono politiche per l’infanzia e le famiglie non sono supportate concretamente nella crescita dei propri figli e delle proprie figlie. Si tira su un palazzetto dello sport avveniristico e si promette la costruzione di una piscina, ma mancano del tutto politiche per lo sport, idee sostenibili per la gestione delle strutture sportive, mentre le associazioni sportive non vengono sostenute e valorizzate. Le politiche culturali vengono concepite come intrattenimento folkloristico, e intanto i beni e gli spazi culturali sono abbandonati a se stessi senza nessuna strategia di valorizzazione e le associazioni che promuovono arte e cultura di qualità non vengono coinvolte in un progetto condiviso, quando non direttamente ostacolate. Ci chiamiamo “Città dei Fiori” sui cartelli all’ingresso del paese, mentre i piccoli imprenditori floricoli sono al collasso e non vengono sviluppate politiche locali di cooperazione e di promozione all’estero del prodotto locale. Mancano i soldi, dicono: e intanto non viene attivata nessuna seria politica di attrazione di investimenti europei, nazionali e regionali. I paesi intorno fanno passi da gigante, Terlizzi ci sembra che resti al palo.
Ciò che è mancato in questi anni è un’idea di paese, una visione, una progettazione a lungo termine. Vogliamo sviluppare le risorse locali di Terlizzi per creare sviluppo e lavoro. Per farlo dobbiamo mettere al centro la cooperazione, la ricerca e l’innovazione per promuovere le imprese locali, coinvolgere e aggregare la cittadinanza e i portatori di interessi, considerare l’ambiente ed il paesaggio come beni comuni da tutelare, supportare le persone con minori opportunità nei propri progetti di vita e garantirle nei propri diritti.
Gestione trasparente della cosa pubblica, promozione della mobilità sostenibile, monitoraggio ambientale, campagne sicure per chi ci lavora, riuso del patrimonio pubblico e privato, sostegno alle imprese esistenti e stimolo alla nascita di nuove imprese, investimenti sulla cultura come leva di sviluppo e non come intrattenimento folkloristico, rilancio della floricoltura e della comunità dei floricoltori come elemento centrale per costruire una identità di Terlizzi ed un piano di sviluppo locale: sono alcuni punti del programma che vogliamo costruire insieme nei prossimi mesi.
Ma un programma chiaro, una squadra valida, un’idea di sviluppo, una buona ricerca di fondi e l’organizzazione efficiente dei servizi potrebbero non bastare. Crediamo che gli uomini e le donne di Terlizzi – tutti, nessuno escluso – siano non solo portatori di bisogni, ma anche di risorse, idee, competenze, talenti. Tutti i cittadini possono essere protagonisti. Vogliamo un paese gestito da cittadini organizzati e consapevoli, attraverso assemblee pubbliche, consulte, comitati di quartiere, referendum comunali. Strada per strada, quartiere per quartiere.
Cosa ha bloccato il cambiamento? C’è un gruppo di politici locali che salta da un carro al altro ad ogni tornata elettorale. Crea grandi coalizioni, concorda posizioni di potere, condiziona l’azione di governo, provoca crisi amministrative, fa cadere le amministrazioni e comincia un altro giro. Crediamo che questo gioco vada interrotto per il bene della collettività.
Vogliamo aprire porte e finestre per far entrare una corrente di aria nuova e di energia pulita a Terlizzi.
La Corrente è un nuovo movimento politico che si candida al governo di Terlizzi.
La Corrente è un progetto comune aperto al contributo di tutti i cittadini, uomini e donne, giovani e anziane e al dialogo con le forze civiche, sociali e culturali che abitano la nostra comunità: mettendoci la faccia in prima persona, senza deleghe.
14938392_10211431104043733_4348791317078921889_n

Un pensiero su “Nasce “La Corrente”, un nuovo movimento politico che si candida al governo della Città

  1. “Cosa ha bloccato il cambiamento? C’è un gruppo di politici locali che salta da un carro al altro ad ogni tornata elettorale. Crea grandi coalizioni, concorda posizioni di potere, condiziona l’azione di governo, provoca crisi amministrative, fa cadere le amministrazioni e comincia un altro giro. ”
    Questa è la considerazione più importante. Abbiamo individuato la malattia. Adesso bisogna trovare il vaccino.
    Teniamolo bene a mente quando, numeri alla mano, si dovranno contare i presenti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...