Caos nei Servizi Sociali, in arrivo una controversia legale tra alcuni dipendenti e il Comune

14593193_1794222260834601_1081706212_n

L’inutile attesa ai servizi sociali

Terzo giorno di inutile attesa per circa trenta persone che avevano bisogno di svolgere alcune pratiche ai Servizi Sociali, un ufficio che però è chiuso da diversi giorni. Un ufficio che non garantisce l’apertura quotidiana come dovrebbe essere per un settore così importante.

Dagli avvisi posti dietro la porta dell’ufficio si legge che gli uffici sono aperti al pubblico tre ore al mattino del martedì e due ore nel pomeriggio del giovedì. E’ chiaro che la chiusura per cause di forza maggiore in una delle giornate porterebbe a tenere chiuso l’ufficio per 15 giorni così come pare sia avvenuto in questi ultimi tempi.

A questa pesante situazione si aggiunge il grave fatto denunciato da un noto Avvocato terlizzese che sta conducendo una azione di “approfondimento” sulle procedure amministrative poste in atto dal Comune di Terlizzi per mettere a riposo “coatto” alcuni dipendenti, alcuni dei quali erano indispensabili per i settore dei Servizi Sociali, una sorta di azione vessatoria che a giorni, con molta probabilità salirà alle cronache locali per l’istauranda azione di controversia legale nei confronti del Comune di Terlizzi.

Il dissenso di alcuni dipendenti in questione pone l’attenzione sugli arbìtrii della Pubblica Amministrazione in generale e di quella locale in particolare, “in spreto alle norme vigenti in materia”.

“Nel caso di specie, afferma il noto Avvocato terlizzese, –  i pensionamenti coatti sono stati emessi nell’assenza di alcuna motivazione, atteso che le espressioni utilizzate afferenti la politica del ricambio generazionale e le innovazioni tecnologiche non soddisfano la richiesta motivazione, senza alcuna “preventiva” determinazione di appositi criteri applicativi.
Del resto quanto sopra esposto trova conforto e conferma in due pronunciamenti della Corte Suprema di Cassazione sezione Lavoro ed in particolare la n. 21626 del 2015 e la n. 18099 del 2016, che in casi analoghi ha condannato la Pubblica amministrazione.
In definitiva pare, che sia giunto il momento di porre in pensionamento coatto i Dirigenti e conservare gelosamente il prezioso lavoro dei dipendenti”, – conclude l’Avvocato, che è pronto a trascinare l’Amministrazione comunale davanti al giudice, per rivendicare onerosi danni arrecati per l’incauto provvedimento amministrativo.

Nella gestione Gemmato il Caos regna sovrano. 

 

Un pensiero su “Caos nei Servizi Sociali, in arrivo una controversia legale tra alcuni dipendenti e il Comune

  1. Pingback: 2016: l’amministrazione Gemmato ci lascia un pessimo ricordo, ecco i momenti da non dimenticare | TerlizziNews

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...