Odio e violenza nei social, vietati da Microsoft

14237576_616499705178381_8752364382055465824_n

Microsoft ha attivato un’apposita pagina per segnalare i messaggi d’odio veicolati tramite i suoi servizi consumer, come Xbox Live, Docs.com, OneDrive, Outlook, Skype e Sway.

Trattasi di contenuti che incitano alla violenza o promuovono l’odio basato su fattori come l’età, la disabilità, il genere, la nazionalità e la religione. Compilando un semplice modulo è possibile segnalare i cosiddetti hates speech; procedura che rientra in un codice di comportamento sottoscritto da Microsoft e altri (Facebook, Twitter, YouTube), a livello europeo, per contrastare la diffusione online di messaggi che istigano all’odio in tutte le sue molteplici declinazioni, dal razzismo, alla xenofobia, al terrorismo.

Per evitare segnalazioni di messaggio d’odio infondati che determinano l’erronea cancellazione dei messaggi – Microsoft ha attivato un secondo sito tramite il quale è possibile chiedere il ripristino dei contenuti rimossi.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...