Intervista all’ex Sindaco Di Tria sulle polemiche per le assunzioni al comune di Terlizzi

803914_635238445181877749_VINCENZO DI TRIA_400x409

L’ex Sindaco Vincenzo Di Tria

In paese aumentano le perplessità e le critiche dei cittadini dopo l’assunzione nello Staff del sindaco della moglie del coordinatore cittadino di Fratelli d’Italia, il dott. Pasquale Ranieri.

Ingegner Di Tria, lei è stato Sindaco e attualmente è consigliere comunale indipendente, nell’area di sinistra, cosa ne pensa della vicenda dell’assunzione della signora Franzelda Lecci a capo di gabinetto del sindaco Gemmato?

Non entro nel merito delle competenze della signora Lecci e tengo a precisare che il sindaco ha il diritto di scegliersi i collaboratori del suo staff, quindi non voglio entrare neanche nel merito della procedura di selezione. Del fatto che si trattasse della moglie del coordinatore di Fratelli d’Italia sono venuto a conoscenza successivamente alla lettura degli atti sull’Albo Pretorio on-line del Comune, mi aveva invece suscitato curiosità il fatto che la signora risiedesse a Matino, in provincia di Lecce e mi ero chiesto come potesse raggiungere da così lontano gli uffici comunali ogni giorno per svolgere il suo lavoro di assistenza al sindaco, poi mi hanno spiegato che la signora è coniugata a Terlizzi con il dott. Pasquale Ranieri, ma il contratto sottoscritto con il Comune di Terlizzi la dà ancora come residente in Salento.

Quindi per lei è tutto normale?

È diventato tutto normale in questa nostra Italia. Ciò che è normale da noi è motivo di scandalo e di dimissioni all’estero. Una cosa del genere in Inghilterra, in Germania o in Francia non sarebbe possibile, perché fa parte della loro etica pubblica evitare situazioni di conflitto d’interesse come quella terlizzese. In una situazione del genere non si infilerebbe un sindaco francese, ma neanche la moglie del segretario politico del partito del sindaco presenterebbe mai la sua domanda per un incarico. Ma noi siamo in Italia.

Secondo la sua esperienza di amministratore, la procedura utilizzata è regolare?

Ritengo di sì perché si è proceduto con un avviso pubblico. Posso criticare le modalità, che sono oggettivamente discutibili, visto che l’avviso è stato pubblicato sull’Albo Pretorio on-line del Comune in pieno Agosto, il giorno 9, e non mi sembra che il Comune abbia mai comunicato ad alcun organo di stampa l’indizione di questa selezione, eppure paghiamo un’altra dipendente dello staff del sindaco per diramare anche queste informazioni di pubblica utilità.

Quindi il problema per lei è solo di “etica pubblica” e non ci sono reati?

Non è una cosa da poco. I reati spetta ad altri verificarli e perseguirli e non ritengo sia questo il caso. Parlerei di un generico conflitto d’interessi in capo al segretario di Fratelli d’Italia, che si era già manifestato in questi anni con le consulenze affidategli dal Comune nella sua qualità di medico. Oggi con l’assunzione di sua moglie le cose si fanno ancora più critiche.

L’opposizione in consiglio comunale farà sentire la sua voce?

L’opposizione da tempo sta evidenziando le anomalie della gestione Gemmato, e lo ha fatto in tutte le sedi, anche firmando esposti alla magistratura. Abbiamo evidenziato in consiglio e fuori dal consiglio come si stia procedendo all’assunzione e alla riconferma di numerosi netturbini con metodi di reclutamento poco trasparenti, passando attraverso agenzie interinali e senza una vera e propria selezione pubblica. Ma le denunce non hanno sortito alcun effetto. Pare che oramai tutto questo sia ritenuto normale.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...