Le menzogne di Gemmato sul sottopasso di viale dei Lilium

passaggio-a-livello-viale-dei-lilium

File interminabili al passaggio a livello di viale dei Lilium

Quando si è in difetto bisognerebbe avere il buon gusto di tacere, e invece Gemmato non resiste alla tentazione della menzogna, l’attività in cui riesce meglio.

Alla notizia che la Regione abbia inserito il sottopasso di Terlizzi nuovamente tra le opere da finanziare, non perde neanche un minuto e scrive sulla sua pagina facebook un proclama che stravolge la realtà dei fatti e tenta di cancellare le sue madornali colpe nella vicenda della restituzione alla Regione di 6 milioni e mezzo di euro di fondi europei.

Una vicenda che fece scalpore e mise a nudo l’inadeguatezza della maggioranza di centrodestra che governa la città dal 2012, capace di buttar via milioni di euro e di mettere a rischio la vita dei cittadini che attraversano ogni giorno i binari della Ferrotramviaria su viale dei Lilium.

I terlizzesi devono ringraziare solo la volontà della giunta regionale di rifinanziare un’opera pubblica essenziale alla messa in sicurezza della linea ferrata Bari-Barletta, funestata dal tragico incidente di un mese fa, e non certo per la presunta “capacità” di un sindaco buono solo a intasare facebook con post di autocelebrazione.

Oggi Gemmato esulta per il rifinanziamento di un’opera pubblica che aveva gettato alle ortiche e si vanta di un progetto che è stato pensato e redatto durante il governo del centrosinistra.

Diventa addirittura ridicolo quando si erge a difensore del Parco Comunale, raccontando la balla che il sottopasso progettato durante l’amministrazione di centrosinistra avrebbe “mangiato” un pezzo di Parco Comunale, mentendo spudoratamente perché il progetto finanziato sotto l’amministrazione Di Tria era già stato corretto nel 2011 lasciando integro il Parco Comunale.

Piuttosto, Gemmato e la sua maggioranza dovrebbero risarcire la comunità terlizzese dei 12.000€ pagati al super consulente Agostinacchio, chiamato a progettare un nuovo percorso al sottopasso, alternativo a quello del centrosinistra, miseramente bocciato come irrealizzabile dalla Regione.

Grazie a questa assurda avventura abbiamo anche rischiato di pagare 300.000€ di danni alla Ferrotramviaria, fino al clamoroso dietro-front del 4 giugno 2014, quando Gemmato andò in Regione ad ammettere l’errore e a chiedere di rifinanziare il progetto del centrosinistra, un ripensamento tardivo, perchè i soldi erano già volati via e utilizzati per l’ultimazione della Bari-Bitritto.

L’amara verità è che questa amministrazione verrà ricordata per le chiacchiere e l’incapacità di reperire finanziamenti per le opere pubbliche, ma anche per la fortuna di ritrovarsi a realizzare dei cantieri che erano stati pensati, progettati e finanziati da altri.

Sfortunatamente per Gemmato la maggior parte dei terlizzesi hanno buona memoria e sanno distinguere le falsità dalla realtà dei fatti.

Intanto sono passati quasi 5 anni senza il sottopasso, nonostante fosse già finanziato nel 2011 (DETERMINA DEFINANZIAMENTO), e che avrebbe già da diversi anni eliminato il pericoloso passaggio a livello di viale dei Lilium,  chissà quanti anni passeranno ancora perchè venga finalmente realizzato.

Un pensiero su “Le menzogne di Gemmato sul sottopasso di viale dei Lilium

  1. Pingback: 2016: l’amministrazione Gemmato ci lascia un pessimo ricordo, ecco i momenti da non dimenticare | TerlizziNews

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...