Mercato Ortofrutticolo: la vera storia ve la raccontiamo noi!

 

13319916_845173255616425_3496225090868346710_n

Dopo la sceneggiata di ieri con tanto di taglio del nastro con fotografi e giornalisti al seguito, il mercato ortofrutticolo è stato riaperto dopo aver ottenuto un maquillage dai risultati approssimativi, (dicono gli addetti ai lavori) ma senza alcun agricoltore presente. Dalle immagini si vedono solo tanti politici e al seguito una nutrita scorta militare, per una propaganda assurda quanto ridicola e costosa. VEDIAMO PERCHE’.

Era il 23 agosto 2012 quando il mini assessore all’agricoltura Cataldi, (mini perchè all’epoca dei fatti il settore agricolo era gestito da due assessori, non abbiamo mai capito il motivo), senza confrontarsi con gli agricoltori si incontrò con i soli commissionari del mercato ortofrutticolo ai quali proponeva la vendita di tutta l’area mercatale e lo spostamento in altro sito delle attività di commercio ortofrutticolo nella famosa “Cittadella dell’Agricoltura”, mutuata ormai come cittadella del malaffare.

Quell’azione incauta, pilotata dalla regia occulta di un consigliere comunale che di fatto esercita anch’egli il ruolo di assessore all’agricoltura, (e sono tre), fece scatenare le giuste proteste delle organizzazioni agricole Coldiretti e Cia che con un Manifesto dal titolo Le bugie hanno le gambe corte gridarono allo scandalo. In quel manifesto si chiedeva come mai non si procedesse alla ristrutturazione del mercato con i 250.000 euro che la precedente amministrazione aveva messo in bilancio nel 2011?

Nessuna risposta, fino alla manifestazione di protesta del 29 luglio 2013 che con il documento >> NO ALLA CHIUSURA DEL PUBBLICO MERCATO ORTOFRUTTICOLO Coldiretti, Cia e Copagri portarono la protesta in piazza, con un comizio e la raccolta delle firme per una petizione tra gli agricoltori.

Ciò nonostante, l’amministrazione Gemmato porta in consiglio comunale la variante al piano regolatore per rendere edificabile l’area su cui realizzare le palazzine e vendere un bene comune di grande utilità per l’agricoltura, provvedimento che la Regione Puglia boccia e rimanda al Comune di Terlizzi. Una delibera regionale che respinge il PIANO DELLE ALIENAZIONI  del comune, che è costretto a frenare sulla scellerata decisione della vendita del mercato ortofrutticolo. UNA FIGURACCIA MALDESTRA.

Oggi, quegli stessi politici, costretti a sistemare il mercato senza cui si rischiava la chiusura da un giorno all’altro con grave nocumento per il settore, e per i produttori agricoli, vanno in trionfo come se fosse proprio ardimento politico, ma un pò di VERGOGNA in coscienza non la sentite?

Non vogliamo risposte dalle vostre coscienze, tanto un giudice famoso, in questi giorni ha detto pubblicamente che i politici hanno smesso solo di vergognarsi, per il resto tutto come prima.

Da Coldiretti fanno sapere che è in programma a breve un’altra azione contro la vendita della parte rimanente dell’area di mercato, quella del vecchio mercato dei fiori che potrebbe servire per potenziare il mercato ortofrutticolo di cui lamentava la Cooperativa Agricoltura Progresso, per non essere riuscita ad ottenere un posteggio per l’attività dei propri associati e come essa, molti, sono gli operatori del settore, interessati a occupare spazi per la vendita diretta organizzata, così come previsto dalle leggi vigenti in materia.

Ma a Gemmato e company dell’agricoltura non interessa, a loro interessano le parate propagandistiche con i soldi dei cittadini contribuenti.

Ad alcuni giornali fanno scrivere erroneamente che “Si Torna a Vendere” ma non è così perchè il mercato anche durante i lavori ha continuato a vendere nell’area destinata ad essere venduta per realizzare le palazzine.

LA VERITA’ FA MALE. 13230219_10209932477853671_1770126519300175339_n

 

 

 

 

 

Un pensiero su “Mercato Ortofrutticolo: la vera storia ve la raccontiamo noi!

  1. Pingback: 2016: l’amministrazione Gemmato ci lascia un pessimo ricordo, ecco i momenti da non dimenticare | TerlizziNews

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...