Spazzatura ma quanto ci costi? Fondata l’obiezione fiscale sulla TARI 2015!

effetto-legge-di-stabilità-2016

In questi giorni il comune sta recapitando avvisi di accertamento ICI e TARSU relativi al 2011. Circa 1100 sono quelli ICI e quanti siano quelli TARSU non è dato saperlo. Il controllo sull’operato dei contribuenti costituisce un diritto-dovere dellente. Ma la nostra è una storia infinita, non riusciamo a venirne fuori, poi quest’anno il regalo è stato raddoppiato uno a gennaio l’altro a maggio e non sappiamo come andrà fino a fine anno.

Buona parte dei terlizzesi sono dunque evasori, visto il numero degli avvisi notificati?

E no, NON CI STIAMO,  un gran numero di avvisi è da annullare.  Per la TARSU non sono stati rilevati i relativi pagamenti. Riteniamo che questo per gli amministratori sia un fatto noto, allora  perché non invitare il contribuente a regolarizzare prima di emettere l’avviso di accertamento?

A chi conviene continuare con questo sistema?

Sempre in tema di servizio di spazzatura oggi chiamata TARI qual è stata la risposta del Sindaco a fronte della numerosissime richieste di riduzione presentate relativamente al pagamento dell’anno 2015?

NON CI SONO RIDUZIONI, IL PAESE E’ PULITO, NESSUN DISSERVIZIO E QUANTO AI COSTI DEL PORTA A PORTA ABBIAMO SPESO 120.000,00 EURO.

E gli altri TRECENTO?  Che fine hanno fatto? E si perché il costo preventivato per l’avvio, riportato nel Piano Finanziario dell’A.S.V, è di 423.000,00 euro circa. Se a questo aggiungiamo che il costo dello smaltimento riportato nel  bilancio di previsione era di gran lunga superiore al costo previsto dalla A.S.V., che la determina per la formazione dei ruoli 2015 riporta ancora un’altra cifra, che la relazione della giunta ne ha ancora un’altra, la domanda sorge spontanea: SPAZZATURA MA QUANTO CI COSTI?

318086_232214883580112_1190001481_n-e1422785694930

Quanto al servizio, le denunce fatte con le foto che evidenziavano la sporcizia, i cassonetti ricolmi, sono balle?  Non sono vere? Ma i nostri amministratori in quale paese vivevano?

“In attesa di una risposta dell’Amministrazione comunale sul costo effettivo suggerirei di non pagare l’intero avviso 2015 in nome di una obiezione fiscale  fondata”.

E’ chiaro che ciascun cittadino si assume la responsabilità di questo atto di protesta.

Ma il Movimento Civico sarà a fianco dei cittadini qualora questa giunta inopinatamente scegliesse di non tener conto delle richieste.

Lo faremo anche davanti alla commissione tributaria.

Lucia D’Amato

1375163_359191004224740_17651452_n-e1451929817174

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...