Isola ecologica incustodita, cittadini costretti a lasciare i propri rifiuti senza alcuna assistenza

 

13233462_10208223498718230_26120030_n

Cittadini indignati protestano contro la inefficienza del servizio di raccolta dei rifiuti. Stamattina è giunta un’altra telefonata alla redazione di TerlizziNews per segnalare l’impossibilità di poter smaltire il materiale RAEE (Rifiuti da apparecchiature Elettriche ed Elettroniche) con l’assistenza di personale addetto.

Trattasi di cittadino esemplare e molto vicino alla maggioranza che governa la città da oltre 4 anni, che si è qualificato con molta serenità e del quale non citiamo le generalità per evitare di farne un caso personale, ma l’intento appariva chiaro, non solo segnalare l’accaduto increscioso, bensì sfogare la rabbia di chi nonostante abbia pagato regolarmente le tasse per il servizio di raccolta dei rifiuti, non ha potuto conferire il materiale con l’ausilio di personale qualificato, così “sono stato costretto a depositarlo nel bidone più vicino all’ingresso dell’isola, – ci dice e conclude – appena incontrerò il sindaco mi sentirà!” – sono state le ultime parole di stizza del malcapitato cittadino che vuole spiegazioni.

Ma le segnalazioni del pessimo servizio nella gestione di raccolta e smaltimento rifiuti a Terlizzi sono all’ordine del giorno per una serie notevole di casi, come quello che poc’anzi abbiamo evidenziato o come i tanti casi di segnalazioni di inesistente spazzatura di strade e di raccolta di materiale ingombrante, che probabilmente viene abbandonato per evitare polemiche sulla scarsa disponibilità del servizio presso l’isola ecologica.

Spesso si grida al comportamento incivile di molti cittadini che abbandonerebbero i rifiuti per le strade di campagna o in angoli bui della città, ma nessuno si interroga se l’invasione dei rifiuti in ogni angolo della città e delle campagne non sia il risultato della pessima gestione del servizio, che non agevola in molti casi la procedura di conferimento.

Abbiamo voluto verificare se il caso non fosse giustificato da occasionali situazioni straordinarie, e chiamando il numero verde Asipu 800017018 abbiamo scoperto che l’operatore non rispondeva.

Quindi cosa dobbiamo aspettarci ancora dopo aver verificato una tale situazione?

Intanto vogliamo pregare gli amministratori facebookiani e i tanti professorini della domenica, di smetterla di infangare il buon nome dei terlizzesi, qualificandoli con calunnie ingiuriose e con parolacce ogni volta che sulla rete vengono postate immagini di immondizia e sporcizia in ogni dove.

OGNUNO FACCIA BENE IL PROPRIO DOVERE E LA COMUNITA’ NE TRARRA’ VANTAGGI

13239427_1277732678923508_8275367471621509048_n 13220859_589308224561113_8975444541870531402_n 13102884_588066838018585_5781567946206158440_n 13221682_588869744604961_7203461113968700457_n 13237719_863862147069992_5884898386608374734_n 13100961_863862023736671_1729116176462986940_n

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...