Prende vita il progetto di riqualificazione della periferia di Terlizzi, presentato dalla Giunta Di Tria e finanziato dalla Regione Puglia

803914_635238445181877749_vincenzo-di-tria_400x409

Ex Sindaco Vincenzo Di Tria

 

Era il 2007 quando il Comune di Terlizzi candidò a finanziamento un articolato intervento di riqualificazione di una vasta area che comprendeva la zona PEEP “Chicoli” e l’annessa area per le attrezzature pubbliche prospiciente Viale Federico II, nonché la zona IACP di Via Diaz (Via Molfetta), riprendendo e rielaborando il programma “Contratti di Quartiere II”, già presentato qualche anno prima dalla stessa amministrazione Di Tria.

Complessivamente il progetto, tra interventi pubblici e privati, prevedeva investimenti per oltre 16 milioni di euro destinati a “processi di riqualificazione a carattere trasversale che cercavano di integrare risanamento del patrimonio edilizio e degli spazi pubblici, riorganizzazione dell’assetto urbanistico e miglioramento della qualità ambientale con la promozione dell’occupazione, dell’iniziativa imprenditoriale locale e delle azioni di contrasto all’esclusione sociale”. Il piano di programmazione risultò primo in graduatoria, assicurandosi le risorse comunitarie FESR e FAS 2007-2013.

Le ipotesi iniziali sono andate a buon fine sia per le opere di riqualificazione e restauro dei complessi IACP di Via Diaz e Via Gramsci (anche se l’Istituto Autonomo Case Popolari ha nel tempo rivisto al ribasso il suo investimento iniziale), che per quanto riguarda il nuovo edificio di viale Gramsci che accoglierà centri di formazione professionale e una Casa Famiglia (terminato ormai da mesi ma inspiegabilmente ancora inutilizzato).

I soldi non sono invece bastati per dar corso agli altri interventi previsti dal PIRP, e che l’amministrazione Gemmato non ha ritenuto di realizzare con propri fondi e nemmeno di candidare a finanziamento da parte della Regione.

Non sono più state realizzate infatti tutte le attività miranti a creare spazi verdi attrezzati, arredo urbano, viali alberati piste ciclabili, strutture per lo sport e il tempo libero, compreso un teatro all’aperto. Dove doveva sorgere il Teatro ha invece preso forma un intervento privato col tetto spiovente (accanto alla chiesa) che ha di fatto interrotto la virtuosa catena prevista dal PIRP, che tra l’altro prevedeva anche la rimozione del pericoloso deposito di carburanti Baldassarre, facendo nascere al suo posto delle strutture per uffici e negozi.

La parte del progetto che in questi giorni vede l’avvio dei lavori, è quella della grande struttura commerciale finanziata dai privati, in parte a servizio della zona Chicoli, ma abbastanza grande da offrirsi all’utilizzo di una vasta utenza proveniente da tutta la città. Negozi e supermercati posti su due livelli e realizzati dalla ditta Cannillo srl di Corato, unica partecipante alla gara indetta dal Comune di Terlizzi a settembre 2014 e aggiudicatasi la realizzazione a fronte del pagamento di 408.000€ (con soli 8000€ in più sulla base d’asta). Per 99 anni la struttura che si sta costruendo sulle aree pubbliche del Comune di Terlizzi, che ha rilasciato il Permesso di Costruire a dicembre scorso, sarà gestita dalla predetta società.

Noi continuiamo a sperare che le lungimiranti ipotesi del PIRP, così come era stato concepito inizialmente, possano col tempo avverarsi, anche se il percorso sembra essere stato compromesso dalle scelte discutibili di questi ultimi anni, e auspichiamo che lo stesso impegno profuso da alcuni amministratori a sollecitare l’intervento per il Centro Commerciale, venga impegnato anche per rimuovere il serio pericolo rappresentato da quel deposito di carburanti posto a ridosso di una chiesa, di abitazioni, e ora anche adiacente ad un Centro Commerciale.

 

Un progetto che in questi giorni vede l’avvio dei lavori di un piano di programmazione che risultò primo in graduatoria, assicurandosi le risorse comunitarie FESR e FAS 2007-2013.

12822208_10207583706323820_1242654082_n

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...