Gemmato protesta contro se stesso per la chiusura dell’Ospedale di Terlizzi, ma nessuno lo segue

12767507_10207540872973013_2077457446_n

Un sindaco che scende in piazza per protestare contro la chiusura dell’Ospedale della sua città è roba da medioevo e che solo Gemmato poteva mettere in scena. Nonostante le centinaia di manifesti pubblici e l’automegafono che invitava la cittadinanza a protestare, il risultato è stato “l’assenza”, un’assenza che parla chiaro e che vuole significare l’indignazione silenziosa dei cittadini verso una classe politica incapace di tutelare gli interessi della comunità.

Dopo quattro anni di totale disinteresse sul problema Sanità, che a Terlizzi rappresenta numeri e referenze di tutta eccellenza, il sindaco tenta la strada della strumentalizzazione politica, inventandosi una protesta davanti al nosocomio per domenica pomeriggio alle ore 16.

Alle ore 17, il Sit-in è rappresentato dalle poche persone presenti nell’immagine, a breve distanza, all’uscita dell’Ospedale, altre venti persone in rappresentanza di altri gruppi e partiti politici, che decidono di disperdersi avendo preso atto del flop.

Una chiara dimostrazione del fatto che i terlizzesi non hanno più fiducia nelle istituzioni e nei loro rappresentanti.

12325364_10207540596566103_1826321175_n

Al seguito un gruppo di sostenitori militanti di destra arrivati anche da Bari, ma l’immagine è desolante.

Terlizzi deve sperare solo sulle capacità dei terlizzesi che nella gloriosa storia socio economica, hanno saputo dimostrare il valore della Città dei Fiori e dei suoi 27.000 abitanti, traditi dalla inerzia della politica locale che li ha trascinati nel baratro.

C’è solo da sperare che le sorti dell’Ospedale di Terlizzi non dipendano dalle potenzialità espresse con la debole capacità di rappresentanza politica nei massimi sistemi istituzionali, e che la Regione Puglia possa analizzare serenamente il grande valore socio sanitario dell’Ospedale Sarcone per la comunità locale e per le popolazioni circostanti.

Alle ore 18 mentre l’amministrazione comunale, promotrice della protesta, tentava di strumentalizzare il momento, i cittadini presenti hanno sollevato urla di contestazione, travolgendo la situazione con parole di condanna verso l’infausto tentativo di politicizzazione del problema, “che riguarda tutti” – dicevano,  e che non può essere di destra o di sinistra ma della “capacità di rappresentare nelle sedi decisionali il grado di competenza e di ruolo istituzionale”.

Un altro brutto capitolo di storia da scrivere a memoria delle nuove generazioni.

12784355_10207540596246095_572780159_n

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...