Il Blitz degli agricoltori di Coldiretti ha colpito nel segno, al Porto di Bari arriva grano contaminato

12729173_1646728482254942_5450722106038063761_n

Gli agricoltori della Coldiretti sono tornati stamattina al porto di bari per verificare “la qualita’ del grano straniero che dopo mesi di navigazione nelle stive delle navi sbarca in italia per produrre pasta senza alcuna indicazione in etichetta sulla reale origine”, scoprendo grazie alla collaborazione del corpo forestale dello stato della puglia e della asl di bari che “e’ risultato positivo al test effettuato con il kit ‘agrastrip’ un campione di grano duro messicano scaricato dalla nave ecopride, battente bandiera panamense e proveniente da cristobal”.

“Abbiamo fermato finora 7 camion per verificarne il contenuto e una prima analisi con il lateral flow test sul campione di grano duro trasportato da uno dei 7 mezzi, ha dato indicazioni di presenza di aflatossine”, ha spiegato – secondo quanto riporta la coldiretti – il commissario capo del corpo forestale dello stato della puglia giuliano PALOMBA. “abbiamo consegnato tutti i campioni alla asl bari e le analisi di conferma saranno effettuate dal laboratorio dell’arpa puglia. Inoltre, sara’ verificata la presenza di metalli pesanti”, ha precisato. durante la mobilitazione – ha spiegato la coldiretti – “tir e camion carichi di grano appena sbarcato sono stati presidiati senza tregua con le forze dell’ordine che hanno analizzato anche i contenuti di micotossine di produzioni che giungono in italia da paesi lontani”.

Se il grano è contaminato da micotossine, risultano contaminati anche pane e pasta perché sono resistenti alle alte temperature. Non meno preoccupante la contaminazione da Deossinivalenolo (DON). I parametri europei relativi ai limiti di DON (1750 ppb) sui cereali utili all’alimentazione umana sono quasi “doppi”.

12734108_1574749446179766_7720544862252076728_n

La coldiretti ha ringraziato il corpo forestale della puglia e la asl di bari per la “attivita’ incessante di presidio del territorio e per la prima fase odierna dell’attivita’ di indagine per salvare il grano italiano dagli scarichi quotidiani di ingenti quantitativi di prodotto straniero, a volte triangolato da porti europei e utilizzato – secondo la confederazione – per fare pane e pasta ‘made in italy’, con il ‘granaio italia’ che rischia di scomparire”.

In occasione della mobilitazione la coldiretti ha presentato i risultati di proprie analisi, dalle quali emerge, tra l’altro che “dal grano al pane i prezzi aumentano del 1450%, con il grano che e’ oggi pagato come trenta anni fa su livelli al di sotto dei costi di produzione attuali”.

L’italia – secondo la stima della coldiretti – nel 2015 ha importato circa 4,8 milioni di tonnellate di frumento tenero, che coprono circa la meta’ del fabbisogno essenzialmente per la produzione di pane e biscotti, mentre sono 2,3 milioni di tonnellate di grano duro che arrivano dall’estero, le quali rappresentano circa il 40% del fabbisogno per la pasta”.

2 pensieri su “Il Blitz degli agricoltori di Coldiretti ha colpito nel segno, al Porto di Bari arriva grano contaminato

  1. A chi era diretto il grano? A quale o quali aziende serviva questo grano? Perché non viene reso di dominio pubblico il nome di queste società? È come qui in Liguria che arrivano centinaia di tir carichi di olio e gli enti preposti al controllo alle frontiere non ci sono mai…

  2. Le micotossine le produciamo anche noi, purtroppo; un paio di anni fa qui in Emilia fu un dramma specialmente con il mais. Apprezzo molto la presenza di controlli. Quanto all’azione della Forestale: finché esiste….

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...