Da stasera a Terlizzi inizia lo spettacolo del “Porta a Porta”, una passerella e tante foto propaganda

Nulla di consistente e di concreto stasera all’incontro programmato per parlare della estenuante fase di informazione sulla raccolta differenziata, che da quattro anni si aspetta di mettere in atto e senza alcun risultato, una raccolta differenziata mai attuata, che ci avrebbe portato alla raccolta porta a porta. A parere di molti, si tratterà di una ennesima iniziativa improduttiva, a causa delle modalità adottate, su un argomento che tocca tutti i 27.000 cittadini di terlizzi, e non solo i pochi che potrebbero riempire la sala della Pinacoteca De Napoli.

Preoccupati della notizia che gira sul web a nome di alcuni politici del partito del Sindaco e di alcuni seguaci, stamattina abbiamo voluto verificare se l’appuntamento di stasera fosse scritto sul sito ufficiale del Comune di Terlizzi, a nostro avviso, unica forma di trasparenza verso la città, ma nulla, non abbiamo trovato nulla!  Forse lo scriveranno entro stasera.

Poi c’è il “fattaccio”, un argomento così importante che non viene preventivamente presentato e condiviso prima in Consiglio Comunale, alla presenza del Responsabile della società che dovrà effettuare la raccolta (ASIPU), al quale i consiglieri comunali avrebbero potuto richiedere utili spiegazioni sulla interpretazione degli obiettivi e sulle modalità scritte nell’ apposito crono programma.

“Pensare che una vera e propria “rivoluzione” nelle nostre abitudini di vita come quella che produrrà il “port-a-porta” possa avere successo senza un’adeguato e tempestivo programma di formazione e informazione è da incoscienza. L’assemblea pubblica è la solita passerella. Intanto, i cittadini pagano di più per un servizio pessimo. Mentre il “porta-a-porta” è stato introdotto per ridurre i costi dello smaltimento dei rifiuti”, è il pensiero degli attivisti del Movimento Civico Città Civile. 

In conclusione, si tratta di un’altra perdita di tempo e di una vuota retorica sulla questione rifiuti che a Terlizzi è ormai una barzelleta che non fa più ridere, in particolare in questo momento di pagamenti della Tassa Rifiuti, quasi raddoppiata in pochi anni perchè Terlizzi risulta fanalino di coda nei risultati di raccolta differenziata rispetto agli altri comuni pugliesi.

Di seguito il cronoprogramma che ormai risulta non rispettato e già fuori tempo limite.

cronoprogramma e costi

Allo stesso modo, come avvenne con l’ordinanza del sindaco del 10 gennaio 2013 con cui ordinava alla ASV di raggiungere gli obiettivi che non risultano di fatto mai raggiunti e ragione per cui i cittadini si ritrovano con un pessimo servizio ad un costo doppio rispetto al suo valore.

Ci auguriamo di sbagliare nell’interesse della città, ma la situazione è sotto gli occhi di tutti e sarà difficile convincere i terlizzesi con operazioni di illusionismo becero a credere nelle sole parole per tre anni vuote di contenuti e di concretezza.

Questa è l’immagine che ancora oggi riempie i nostri occhi.

12336124_10207001132759845_512931189_n

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...