Calzoncelli o Cuscini di Gesù bambino

12360372_1531082870539684_2663738838399352293_n

Kalzungìdd e Ngartddèt sono i dolci tradizionali del Natale terlizzese, ma a dominare la scena sono i primi, per il contenuto di pasta di mandorle che li rende straordinari al gusto e al profumo.

Vediamo come si preparano i Calzoncelli che sono dei dolcetti fritti, a forma di piccoli “calzoni” ripieni di pasta di mandorla aromatizzata al limone o all’arancia, intinti poi nello zucchero semolato, nel miele o nel vincotto.

-INGREDIENTI-

Per il ripieno:

  • 1 kg di mandorle spellate e tritate
  • 600 gr di zucchero
  • la scorza grattugiata di un grosso limone
  • 1 bustina di vanillina
  • 50 gr di acqua

Per la guarnizione: vincotto o zucchero semolato.

Procedimento:

Cominciate a preparare l’impasto per l’involucro esterno. Potete aiutarvi con un mixer, una planetaria o con il Bimby. Nel caso decideste di procedere in maniera tradizionale, mettete su una spianatoia la farina, fate un buco al centro e metteteci l’olio, lo zucchero, la cannella e il vino. Vi consiglio di aggiungere il vino poco alla volta, per evitare che alla fine abbiate un impasto molliccio. Aggiungetelo man mano che impastate, dovrete ottenere un impasto completamente liscio ed elastico. Se malauguratamente vi dovesse sfuggire un po’ più di vino e doveste avere un impasto eccessivamente molle e appiccicoso, aggiungete un po’ di farina. Lasciate riposare l’impasto per una mezz’ora avvolto da un canovaccio.

Nel frattempo, preparate il ripieno. Con l’aiuto di un mixer, tritate finemente le mandorle spellate, poi aggiungete lo zucchero, la buccia grattugiata del limone (o di un’arancia)  la vanillina e l’acqua .Mescolate finchè tutti gli ingredienti non si sono amalgamati.

Riprendete la pasta e stendete una sfoglia molto molto sottile, cercando di darle una forma rettangolare. Ritagliate i bordi, rendendo i lati della sfoglia regolari, poi tagliatela a striscie larghe almeno 8-10 cm. Su un lato lungo della striscia, ad intervalli regolari di 3-4 cm, mettete un cucchiaino di ripieno di mandorle. Ripiegate l’altro lato della striscia sull’impasto e aiutandovi con una rotella smerlata, create dei semicerchi attorno al ripieno, creando quindi la forma del calzoncello. Sigillate delicatamente con le dita i bordi per evitare che il ripieno fuoriesca in cottura.

Mettete a scaldare abbondante olio in una padella. Friggete i calzoncelli poco alla volta, appena sono leggermente dorati, toglieteli e adagiateli su carta da cucina, che assorbirà l’olio in eccesso. Mi raccomando alla cottura, se cotti troppo, diventano duri ed eccessivamente croccanti.

Si passa ora alla guarnizione. Con lo zucchero semolato: Rotolate i calzoncelli pugliesi in un piatto pieno di zucchero semolato e riponeteli poi uno sull’altro in un contenitore a chiusura ermetica.

Con il vincotto: Scaldate in una padella il vincotto, allungandolo eventualmente con un goccino d’acqua se dovesse essere troppo denso e concentrato, quindi immergere per qualche minuto i calzoncelli, rigirarli da entrambe le parti e poggiarli in un contenitore. Se vi è avanzato del vincotto in padella, potete versarlo all’interno del contenitore sui calzoncelli..saranno ancora più golosi!

Suggerimenti:

I calzoncelli ,soprattutto quelli fatti col vincotto, sono più buoni se gustati dopo qualche ora (o addirittura qualche giorno!) dalla preparazione, perchè l’impasto avrà il tempo di assorbire il vincotto e di renderli goduriosissimi!

Buon Gusto da Licia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...