Il pasticcio giuridico e gestionale del cimitero di Terlizzi

1085121_635439878868409245_Cimitero di terlizzi1_768x410

L’attività della giunta, in merito alla questione cimitero, appare molto controversa sotto vari aspetti. Per prassi costante, si appropria dei poteri programmatici e gestionali, rispettivamente, del consiglio e dei dirigenti.

E’ frequente un uso fuorviante dell’atto di indirizzo, mediante il quale detto organo usurpa il potere programmatorio del supremo organo di governo ed impartisce illecite disposizioni ai dirigenti.

La giunta, quindi, approva il progetto preliminare per la realizzazione del nuovo colombario nel cimitero, manifesta la volontà, quale atto di indirizzo, di destinare le economie sui proventi della “vendita” alla manutenzione ed all’ampliamento del cimitero. Inaudito a dirsi, ne discende che il prezzo della concessione dei loculi sia stato arbitrariamente determinato dalla giunta, in misura superiore al costo del nuovo colombario. Cioè gli attuali utenti dovranno assumersi maggiori oneri, rispetto all’effettivo costo dei lavori, da destinare ad interventi manutentivi ed all’ampliamento del cimitero, il cui onere, al contrario, deve ricadere su tutta la comunità.

Per realizzare detto illecito obiettivo, il ripetuto organo esecutivo si arroga un abusivo potere autorizzatorio nei confronti dei competenti dirigenti, pur in mancanza del bilancio, del progetto esecutivo e dell’esito della gara, ad avviare le procedure per la  “pre-vendita” dei loculi al capotico prezzo di € 1.700,00 cadauno.

La confusione lessicale e giuridica, emergente dalla delibera giuntale, mi lascia basito, non essendo ammissibile la “vendita” dei loculi, che, di contro, possono essere assegnati solo a titolo concessorio temporaneo.

La Giunta si arroga il potere di approvare l’avviso pubblico di netta ed incontrovertibile competenza dirigenziale, incaricando il dirigente a darne esecuzione.

Il competente dirigente, anziché rifiutarsi di dare esecuzione alle illecite disposizioni della Giunta, ha proceduto all’esperimento di un inadeguato sistema di gara, da aggiudicare all’offerta tecnica ed economica più vantaggiosa, riservando alle imprese la redazione del progetto definitivo ed esecutivo.

Si tratta di un sistema di gara preordinato ad attribuire un ingiustificato potere discrezionale se non arbitrario della commissione.

Di fatto, la gara si è conclusa senza esito e la procedura di gara è stata trasmessa  all’ANAC.

La trasmissione all’ANAC non è un sintomo di buon governo e la dice lunga sul grado di efficienza del comune di Terlizzi.

Sta di fatto che i cittadini abbiano versato circa 500.000,00 euro nelle casse comunali. Né è dato conoscere la destinazione in bilancio dell’ingente somma, indebitamente introitata, di cui è presumibile che il Comune possa locupletare o coprire qualche buco di entrate non riscosse.

E’ il caso che qualche forza sociale e/o politica si orienti ad attivare le opportune iniziative per accertare l’eventuale sussistenza di una situazione configurante un indebito arricchimento del comune per effetto di uno scriteriato procedimento adottato dalle azioni concertate tra gli organi politici e gestionali.

Il Sindaco ha annunciato l’intendimento di una gestione “full service” del cimitero. Si profila un ulteriore pasticcio giuridico e gestionale del cimitero.

A cura del Dr. Vito Ruggieri già Segretario Generale del Comune di Andria

Dr. Vito Ruggieri

Dr. Vito Ruggieri

 

Un pensiero su “Il pasticcio giuridico e gestionale del cimitero di Terlizzi

  1. Pingback: 2016: l’amministrazione Gemmato ci lascia un pessimo ricordo, ecco i momenti da non dimenticare | TerlizziNews

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...