Due immancabili appuntamenti promossi dalla Parrocchia Immacolata di Terlizzi

download“Queste iniziative possono essere per tutta la nostra comunità ecclesiale all’inizio di questo anno santo della misericordia, motivo di slancio per vivere meglio la nostra identità cristiana, ci anticipa Don Roberto De Bartolo, che presenta le due importanti giornate dedicate.

Sabato 5  e 6 dicembre la nostra comunità parrocchiale accoglierà Don Marco Pozza, cappellano del Carcere “Due Palazzi” di Padova.

Don Marco Pozza (Calvene, 21 dicembre 1979) è un sacerdote creativo e poliedrico. Teologo e parroco della parrocchia “Due Palazzi” – carcere di massima sicurezza di Padova – ha conseguito il Dottorato in Teologia Fondamentale presso la Pontificia Università Gregoriana (dicembre 2013) con una dissertazione sul rapporto tra letteratura, teologia e immaginazione a partire da Cittadella, opera postuma dello scrittore francese Antoine de Saint-Exupéry, sotto la guida del gesuita irlandese Michael Paul Gallagher. Editorialista di Avvenire e scrittore per la casa editrice San Paolo, nei suoi numerosi incontri pubblici e nella sua opera scritturistica tenta di dare voce ad un cristianesimo dell’innamoramento, laddove la fede non sia solo sapere ma ancor prima sapore e sapienza. Sacerdote dal linguaggio giovane e spigliato, per il mondo giovanile ha dichiarato da subito la sua preferenza. Qualora gli toccasse un giorno l’onere di scrivere un documento magisteriale, ha già depositato l’incipit della sua enciclica programmatica: «Ho odiato ogni minuto di allenamento ma mi dicevo: non rinunciare. Soffri ora e vivi il resto della vita da campione» (Cassius Marcellus Clay). A metà strada tra lo sport e il Vangelo: per permettere ad ognuno di immaginarsi la vita da protagonista.

Sabato 5 dicembre la comunità parrocchiale dell’Immacolata, si porrà in ascolto del mondo del carcere e grazie a don Marco Pozza avremo la possibilità di conoscere meglio la realtà dei carcerati e la vicinanza che la Chiesa dimostra con la presenza di un cappellano all’interno di un istituto carcerario. Una delle 7 opere di misericordia corporale che Papa Francesco ha suggerito di vivere in quest’anno della misericordia é visitare i carcerati. Sarà una serata per destare la nostra coscienza dal sonno del nostro egoismo e sentirci più vicini a coloro che vivono situazioni di fragilità e debolezza. La sagra dei panzerotti inoltre, realizzerà un momento di convivio aperto a tutti.

1779c44c-e586-4c39-841f-33b06ab30953Domenica 6 dicembre con la partecipazione di Daniele Ricci e il suo staff di cantanti sarà un modo per ascoltare attraverso il canto e la musica il valore della testimonianza e del martirio che San Massimiliano Maria Kolbe ha dimostrato nella sua vita e che ci ha lasciato come esempio affinché rafforzi oggi più che mai nel nostro tempo il desiderio di amare l’altro nonostante tutto.

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...