Altalenante la posizione del PD sulla variante di Sovereto?

Immagine

Sarà forse colpa della formulazione o della complessità dell’argomento, ma il comunicato del Partito Democratico diramato in data odierna non esprime molta chiarezza, al punto da far sorgere il dubbio che un comunicato (tardivo nei tempi) sulla  deliberazione adottata non sia altro che una pezza giustificativa per l’assenza del suo segretario al momento del voto in aula. Ma quel che sorprende è l’affermazione all’ultimo paragrafo con cui si afferma che l’argomento “non è di propria competenza”, lasciando intravedere dei limiti alla capacità di interpretare i bisogni della città, per i quali ha candidato i propri uomini? Speriamo di sbagliare ma una ulteriore precisazione da parte del PD non sarebbe sbagliata.

Riportiamo il comunicato nella sua originale formulazione.

Il Partito Democratico di Terlizzi nell’esprimere la propria solidarietà ai consiglieri comunali per la situazione incresciosa delle indagini preliminari in corso da parte della Guardia di Finanza sulla vicenda della variante urbanistica del borgo di Sovereto, intende rafforzare la posizione assunta dai propri consiglieri in merito al rigetto delle osservazioni presentate da privati, atto consiliare approvato nella seduta del 12 Novembre us.

Infatti, tale atto è stato consumato nella consapevolezza di un percorso chiaro e lineare per la difesa del patrimonio storico-edilizio-culturale e religioso del borgo.

Le vicende giudiziarie sviluppatesi appena poche ore prima del consiglio comunale, con tutto il rispetto degli organi inquirenti che sono tenuti a dare seguito ad eventuali azioni contro la legge, non hanno influito sulla convinzione del Partito Democratico e dei propri rappresentanti in consiglio comunale per una posizione netta e chiara a difesa di un bene della collettività.

Il Partito Democratico, va però ricordato, nelle varie discussioni in aula ha più volte rimarcato il comportamento molto discutibile e poco responsabile tenuto dalla maggioranza Gemmato sui tempi con cui, in particolare, ha portato all’attenzione del consiglio comunale il provvedimento relativo alle osservazioni, calendarizzandolo dopo quasi 2 anni e tenendo di fatto bloccati i diritti dei ricorrenti in sede di giustizia amministrativa.

Di fronte all’interesse collettivo della tutela del borgo di Sovereto, così come richiesto a gran voce dall’intera cittadinanza e unanimemente da tutte le forze politiche presenti al momento dell’adozione della variante nel gennaio 2014, il PD ha sempre evitato ogni valutazione di merito sull’aspetto tecnico ed amministrativo in quanto non di propria competenza.

Il PD continua a sostenere la tutela del borgo di Sovereto e denuncia che l’inerzia dell’Amministrazione è stata evidente anche questa volta, rischiando di provocare un danno economico e di immagine non solo alla comunità ma anche ai suoi consiglieri comunali.

 

                                                                                                                                 Il Partito Democratico di Terlizzi

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...