Memola torna a replicare sul pensiero omofobo di Forza Italia

12042948_10208255890185133_3999404145281025737_n

Oscar Wilde lo definiva “l’amore che non osa pronunciare il suo nome”, di questo hanno paura i bigotti e tutti coloro che dimenticano che  “l’educazione è l’arma più forte per cambiare il mondo”, almeno così la definiva Nelson Mandela.

Nell’articolo di Guastamacchia (Forza Italia), emerge a chiare lettere l’incapacità totale di comprendere i processi evolutivi della civiltà, che inducono ad una seria riflessione.

Fanno piacere i cenni costituzionali, soprattutto quando vengono fatti da una forza politica che invocava un cambiamento della nostra costituzione, salvo poi violarla nei casi di intervento militare.

La demagogia fatta sulle 58 modalità di facebook di attribuire la sessualità o su progetti pilota che servono a comprendere e a far crescere le modalità di comprensione della sessualità, la dicono lunga su una politica, in cui Italia e Turchia sono gli unici paesi europei che non riconoscono la diversità sessuale sul piano legale.

Alle volte quando ci sono dei morti giovanissimi e le responsabilità pesano, è meglio tacere, che richiamare la costituzione per esprimere baggianate, che nulla hanno a che fare con la libertà.

Sandro Pertini diceva che: “La mia libertà finisce dove inizia quella degli altri”.

Le mode le lasciamo a voi, che siete omologati a stereotipi arcaici, che la storia condannerà con l’evoluzione dell’uomo.

Tommaso Memola – Portavoce Fronte dei Ribelli

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...