Rivangare il passato per capire il presente e guardare al futuro

Vincenzo Di Tria

Lo scenario politico locale, in questi giorni sta offrendo uno spettacolo indecoroso agli occhi della nostra comunità a causa di invettive reciproche e stracci che volano tra gli eletti della stessa coalizione di centrodestra allargata, finestra da cui governano insieme la città.

Abbiamo voluto pertanto rispolverare un manifesto del 2012 a firma dell’ex sindaco Vincenzo Di Tria che con uno scatto premonitore fotografava la drammatica situazione in cui è caduta la Città.

Le gemme di Gemmato

Guardate come brillano le gemme!

Ammirate come impreziosiscono lo schieramento!

Gemmato può andare fiero della sua scelta, sono delle vere pietre preziose!

Qualcuno le ha definite “punte di diamante”, per la loro incisività, per come riescono a penetrare nella carne viva dell’elettorato.

Sono gli ex consiglieri del centrosinistra che hanno firmato per lo scioglimento del Consiglio Comunale e che ora sono con Ninni Gemmato.

Ricordate Adamo, Ceci e Michele de Chirico? E certo non avete dimenticato Michele Grassi, i cui manifesti hanno ornato la città per tutte queste settimane, li avrete certamente notati, non passavano inosservati perché recavano la scritta “Esplosivo”, “Dissidente”, “Alternativo” su di una faccia di rara avvenenza.

Questi alfieri della buona politica sono passati armi e bagagli con il centrodestra.

Dopo l’espulsione dal PD e l’esclusione dalla coalizione di centrosinistra, non hanno voluto costituire un’aggregazione autonoma e hanno agganciato il centrodestra, perché non vogliono essere residuali, loro vogliono essere decisivi, vogliono vincere per comandare, vogliono entrare nelle stanze dei bottoni ed essere finalmente liberi di spingerli quei bottoni, senza più l’assillo di essere controllati e redarguiti.

Scendono a frotte con il “listone” Terlizzi si fa in quattro.

Qualcuno ci mette la faccia e scenderà in lista, qualcun altro in lista ci mette il suo cavallo, come fece l’imperatore romano Caligola che nominò senatore un quadrupede.

Tutti insieme, quadrupedi e bipedi, appassionatamente con il farmacista Gemmato, personalità politica di spicco e stimato professionista, ma quanto capace di contenere le orde barbariche?

L’abbraccio sarà mortale?

Di certo è immorale, se pensiamo che il gruppo di Adamo prima di far cadere l’amministrazione di Tria aveva sottoscritto la caduta del sindaco Amendolagine. Con questo accordo Gemmato ha dimostrato di avere lo stomaco forte e di voler tentare il tutto per tutto per raggiungere l’obiettivo di Palazzo di Città.

Ma poi?

Terlizzi si farà in quattro?

O serviranno più porzioni per poter accontentare i suoi famelici commensali, caro dottor Gemmato?

 (Vincenzo di Tria)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...