“AGRICOLTURA PROGRESSO”, la Cooperativa liquida ottimi prezzi per la campagna 2014 e avvia la nuova campagna olivicola

Ass. Coop Agric Progr

Il 26 ottobre presso lo stabilimento della Cooperativa “Agricoltura Progresso” sita in via Mariotto n.5 a Terlizzi, si è svolta un’assemblea dei soci molto partecipata, che ha deliberato il prezzo di liquidazione proposto dal Consiglio di Amministrazione per l’olio prodotto e conferito nella campagna olearia 2014/2015 come qui di seguito:

–     6,30 euro/kg. per l’olio extravergine di oliva tracciato 100% italiano;

–     6,40 euro/kg. per l’olio extravergine di oliva DOP  “Terra di Bari”;

–     7,00 euro/kg. per l’olio extravergine di oliva da agricoltura biologica.

La liquidazione è stata possibile grazie e soprattutto al ruolo fondamentale svolto dall’O.P. “Oliveti Terra di Bari” nella persona del presidente Gennaro Sicolo, in quanto ha avviato una serie di rapporti commerciali importantissimi con diversi Paesi esteri, quali Cina, Germania, Giappone e Stati Uniti.

Presente anche il vicepresidente della Legacoop Puglia Dott. Angelo Petruzzella, con un intervento mirato per la sicurezza e l’assunzione di manodopera agricola per l’imminente raccolta delle olive, ed in particolare di una nuova Legge regionale che possa permettere l’avvio di assunzione di manodopera da parte della stessa cooperativa per conto dei diretti soci, con un conseguente sgravio di costi per le aziende agricole.

Un vero fiume in piena è stato il presidente, Pasquale Memola, che ha descritto l’annata passata in maniera molto passionale: «è stato un anno molto difficile e complicato per noi, forse un po’ maledetto. Abbiamo vissuto tante difficoltà, in primis la mosca olearia ed il dilemma delle centinaia di tonnellate di olive che partivano per il nord Italia. Siamo stati la prima cooperativa che ha denunciato la svendita del nostro territorio, i primi cooperatori che hanno alzato la voce contro i mistificatori ed il mercato irregolare. Abbiamo interessato le televisioni ed i giornali, la Legacoop che ringrazio, la regione Puglia. Abbiamo lavorato come dei dannati, mentre tanti “commercianti gufi” ci davano per sconfitti. I risultati però ci hanno dato ragione, in quest’anno il nostro fatturato supera i 2 milioni di euro, abbiamo quintuplicato il prodotto per la lavorazione del fiorone “Domenico Tauro”, triplicato la commercializzazione delle ciliegie e il nostro nocciolino, in termini di qualità, è uno dei migliori sul territorio per le sue caratteristiche.”

Il presidente poi prosegue: <<Il mondo della politica nazionale e locale ci ha lasciati soli davanti alle speculazioni delle agromafie, non a caso l’importazione dell’olio tunisino negli ultimi 15 giorni ha fatto crollare il mercuriale dell’olio extravergine di oliva di oltre 1 euro per kg. L’Unione Europea ha varato norme che sono un vero attentato per l’economia della nostra regione, nella totale assenza di coscienza. Eppure noi abbiamo avuto un grande ruolo differente. Usando un linguaggio metaforico, mi sono sentito a capo di una nave in piena tempesta e di cui non potevo lasciare il timone. Leggevo le paure negli occhi dei produttori, il timore di perdere il proprio guadagno a dispetto di un mercato scellerato come quello dello scorso anno, e quindi a maggior ragione non potevo mollare. Tutto il CdA ha tirato dritto con convinzione per raggiungere i risultati sperati. Noi non ci siamo mai vergognati del rapporto con la nostra terra, ne siamo stati invece sempre orgogliosi>>.

Il presidente poi conclude: <<Nelson Mandela diceva che un sognatore è un vincitore che non ha mai smesso di sognare. Io più semplicemente credo che al di là della forza degli eventi, dell’eventuale fato, delle scelte e della volontà, i sogni degli uomini non potranno mai avere fine. Il mio sogno è sempre stato quello di vedere questa cooperativa resistente e viva. Ne sono fiero perché insieme ai tanti che ci credono ci stiamo riuscendo>>.

Quanto alla imminente campagna olivicola, da Mercoledì 28 Ottobre avranno inizio le operazioni di conferimento delle olive. Si precisa altresì che, come già avviene da anni, per i soci è garantito un primo acconto pari a 150,00 euro per quintale di olio conferito dopo otto giorni dall’avvenuta molitura. Insomma, ci sono tutti i presupposti per una campagna di qualità e di buona remunerazione.

Buona campagna olivicola a tutti!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...