I giovani del “Fronte dei Ribelli” contestano la ZTL di Terlizzi, troppo costosa e inadeguata

 

12088056_10208200140031414_4242820510900572666_nL’Amministrazione Gemmato dimentica i parcheggi per i residenti – è la prima nota di rilievo contro – una  ZTL che sembra un vero e proprio sfregio nei confronti dei cittadini – denunciano i giovani del “Fronte dei Ribelli”, che non risparmia le forti critiche per la superficiale progettazione del sistema veicolare nel centro storico di Terlizzi.

“Il suo costo è di 3600,00 euro mensili per la manutenzione, pari a 43200,00 euro l’anno.

Ma quanta manutenzione faranno? Fatto sta che il pannello luminoso posizionato su corso Vittorio Emanuele già risulta parzialmente non funzionante, con la scritta “varco attivo” non visibile.

Inoltre nella ZTL non sono stati previsti i parcheggi riservati per i residenti e la sperimentazione non è tale, poiché effettuata durante i lavori di costituzione della stessa.

In una città democratica ci sarebbero prima stati degli incontri con i residenti e i commercianti, una seria valutazione delle necessità e dei bisogni, ed invece un giorno montano i cordoli gialli, il giorno successivo creano uno spazio in cui è vietata la sosta in corso Vittorio Emanuele, dopo numerosi giorni arrivano i pannelli dei varchi e 7 giorni prima della fine della presunta sperimentazione incontrano i cittadini in rivolta.

In realtà la ZTL  è motivo di forte contestazione verso l’amministrazione comunale, che trasforma via De Napoli in zona pedonale, vietando il transito dei veicoli 24/24, con i  residenti  che non potranno più tornare a casa in auto o moto (residenti della difesa, dove tra l’altro è stato inserito un divieto di transito all’interno della zona pedonale).

Una storia incredibile come il caso del mezzo dei vigili del fuoco che ha avuto problemi nel passaggio su corso Vittorio Emanuele, poiché è stato costretto a rallentare e a salire sul cordolo giallo così come ambulanze, autocarri, scuolabus e mezzi di soccorso hanno forti difficoltà a transitare e non verrebbero garantite le condizioni di sicurezza e fruibilità stradale.

Il sindaco ha dichiarato che partiranno le multe e che l’amministrazione sta avvisando i cittadini delle questione proprio per non avere contestazioni successive.

In realtà non è mai stata fatta una vera sperimentazione e i residenti del centro storico nella fascia oraria in cui i varchi della ZTL saranno attivi, non potranno parcheggiare le auto vicino alle loro abitazioni.

La vera verità di tutta questa vicenda è che la ZTL serve a fare cassa, in un periodo in cui il comune di Terlizzi è in forte difficoltà economica”.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...