Curiosità, nei retroscena del Concerto della Festa si consuma un altro sconveniente spettacolo

11214284_1156028064413304_5713535290029527502_n

Mentre migliaia di persone si sistemavano nei propri posti assegnati in attesa dell’inizio del concerto di Anna Tatangelo, (trascinata dalle polemiche per la mancata esibizione di Loredana Bertè), costati 15 euro a persona, nella piazza, ovvero sotto il palcoscenico, andava in scena uno spettacolo dai contorni irritanti e controversi, uno spettacolo che solo certa politica oserebbe mettere in scena.

Il sindaco, come al solito,  arriva in perfetto ritardo e forse dopo un’ora del previsto, così i circa 40 posti nelle prime file riservati ai privilegiati, vengono occupati per lo più da politici, amici e affini.

Inizia così una virale discussione polemica nella chat del gruppo dei consiglieri comunali attraverso cui si lanciano pesanti invettive perchè il sindaco ritardatario è stato costretto a sedersi in sedicesima fila.

Così tra chi accampava la pretesa di doversi sedere in prima fila per il solo motivo di essere consigliere comunale e chi rimproverava la gestione dei posti riservati a parenti e amici del Comitato è scoppiato un ridicolo e poco serio spettacolo d’avanguardia con altrettanta figuraccia per tutta la classe politica, che ancora una volta dimostra di non essere all’altezza di sedersi nelle prime file, se pure di un semplice spettacolo musicale.

Chiusa la parentesi deplorevole della disputa in chat, ciò che potrebbe realmente interessare la curiosità del pubblico pagante e di quello che ha lasciato le offerte al comitato, è sapere se i 40 posti riservati ai privilegiati erano paganti o gratis???

Bisognerebbe fare attenzione a non creare distinzioni di classe in base alle possibilità economiche tra chi può permettersi di spendere 15 euro per se oltre che per la famiglia e chi non può, è già di per se discriminante che ciò accada in una festa popolare che dovrebbe essere dedicata a tutti i cittadini, se poi ci mettiamo i privilegi, la cosa è moralmente condannabile.

Ci auguriamo che almeno quest’anno, il Comitato della festa del SS. Rosario, così come il Comitato della Festa Maggiore, trovino le ragioni del buon senso civico e del rispetto verso i cittadini, nel rendere pubblico il rendiconto della gestione, su cui verrebbero a chiarirsi i tanti dubbi farciti dal dannoso pettegolezzo che puntualmente trionfa a danno dell’immagine di tutti.

Se non c’è nulla da nascondere sarebbe solo motivo di orgoglio per tutti coloro che hanno dedicato il proprio tempo per una pubblica raccolta fondi che ha raggiunto gli obiettivi desiderati.

 

 

Un pensiero su “Curiosità, nei retroscena del Concerto della Festa si consuma un altro sconveniente spettacolo

  1. penso propio che non e’ andata cosi’ . il comitato (che non ha nessuna colpa ) ha affidato i biglietti degli amministratori , nelle mani della persona sbagliata che ha creato questo problema. il sindaco doveva avere il suo biglietto in prima fila nominativo ma e’ scomparso . non importa se il sindaco e’ arrivato in ritardo ma il suo posto non puo’ essere occupato . mettere le mani avanti x non cadere non e’ mica bello x fortuna ci sono fotografi che potrebbero fornire foto della prima fila x vedere il colpevole .

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...