Se la popolazione si è ridotta, che senso ha consumare altro suolo per cementificare?

STOP-AL-CONSUMO-DI-TERRITORIOIl fenomeno della cementificazione e i ritmi con cui il nostro ambiente si modifica a danno dell’uomo è un argomento che trova concorde l’intera società. Chissà mai perchè a Terlizzi non si fa altro che pensare a cementificare anche quando non è indispensabile e senza un confronto tematico adeguato ai tempi.

Per queste ragioni c’è chi si è preoccupato di interrogarsi sulle motivazioni che possono spingere una comunità a decidere di andare contro corrente, programmando nuovi insediamenti con nuovo consumo di suolo prezioso per il nostro ambiente che ogni anno si riduce pericolosamente. Una tendenza che ci allontana dalle migliori esperienze europee, dove l’attività immobiliare si concentra spesso nella riqualificazione dei cosiddetti “brown fields”, le aree ex-industriali.

“Generalmente un Sindaco non è “serio” se passa 12 ore al giorno del suo tempo ad affrontare “l’ordinaria amministrazione”.

Un Sindaco deve costruire e condividere il futuro assieme ai suoi concittadini e nel caso di un piccolo comune, deve saper condividere l’idea di futuro e la costruzione di una identità territoriale assieme ad altri Sindaci.

Si sono presi in esame i dati sulla popolazione, desunti dal bilanci di previsione del Comune di Terlizzi, riferiti agli anni 2010 – 2011 – 2012 – 2013.

Emerge:

  • una flessione della popolazione residente si passa dai 27.315 del 2010 ai 27.095 del 2013;
  • una flessione della popolazione che si stabilisce da noi;
  • una flessione dei nuclei familiari;
  • una flessione della popolazione in età prescolare e in quella della scuola dell’obbligo;

al contrario emerge:

  • un incremento della popolazione che emigra e si stabilisce altrove;
  • un incremento della popolazione in età senile oltre i 65 anni.

Alla luce di ciò ha senso:

  • consumare territorio e modificare il paesaggio per delle nuove costruzioni? Non sarebbe meglio riqualificare l’esistente?
  • alienare siti commerciali (Mercato Ortofrutticolo) vitali per l’economia cittadina sempre per nuove costruzioni?
  • Non sarebbe meglio dare nuovo impulso alla tradizione e all’economia agricola della nostra città?

Giuseppe Coviello

Bilancio Previsione 2012 Bilancio Previsione 2013 Bilancio Previsione 2014 Bilancio Previsione 2015

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...