La visione strabica per il bene comune e lo spreco dei soldi pubblici

11292663_10205881303284808_1827887814_n

C’era una volta il nuovo mercato dei fiori, anzi il “Centro Servizi per la Commercializzazione e l’Assistenza Tecnica alla Floricoltura”, come fu denominato nei lontani anni ’80 del secolo scorso.

Che cosa ne è restato di quell’idea entusiasmante di fare del mercato dei fiori terlizzese il baricentro del commercio del fiore in Terra di Bari? Purtroppo più nulla.

Solo 5 anni fa sembrava che le cose stessero andando per il meglio, con il trasferimento degli operatori dalla vecchia struttura di via Carelli nella nuova sede, dopo decenni di attese, di promesse e di lavori a singhiozzo.

Sembrava a portata di mano il suo completamento e l’amministrazione di centrosinistra ne parlava come fosse una priorità per la città intera. Si stava completando il “Blocco D” e già si intravedeva la partenza di quei “servizi” alla floricoltura che il nome del progetto aveva promesso: sportelli bancari, uffici di consulenza, uffici di rappresentanza di prodotti collegati alla produzione del fiore, spazi per le organizzazioni agricole, ecc.

La nuova ala è stata completata poco prima che cadesse l’amministrazione DI TRIA, ma da quel momento in poi nessuno ha più parlato di completare il Mercato, di insediare i servizi, di fornire agli operatori quella rete di attività necessarie alla crescita e all’innovazione del loro settore.

Gemmato dal suo insediamento non ha presentato a finanziamento nessun progetto per il Mercato, neanche quando Renzi ha chiesto a tutti i sindaci d’Italia di segnalare delle opere pubbliche da completare. Niente neanche allora.

A questo stallo si aggiunge il danno di tenere vuoti ed inutilizzati da 3 anni gli uffici nuovi del “Blocco D”, senza un motivo, abbandonandoli al degrado. Il bando per la loro concessione ai privati per insediarvi i Servizi non è mai stato pubblicato. Una storia di ordinario spreco a danno della collettività e degli operatori, che però sembrano essersi assuefatti al degrado e alla mancanza di servizi, forse perché sfiancati dalla crisi, o forse per la sfiducia che qualcosa possa cambiare.

Nel frattempo l’amministrazione comunale sta per spostare gli uffici comunali che occupano il “Blocco E” nella ex scuola media di viale Pacecco e spenderà centinaia di migliaia di euro per la trasformazione della scuola in uffici pubblici. Tutto questo mentre la struttura del mercato dei fiori viene abbandonata a sé stessa, senza un minimo di manutenzione, nonostante sia sede dell’ufficio del sindaco e dello stesso Ufficio tecnico Comunale.

La struttura in cemento armato è visibilmente deteriorata, tanto da far apparire un po’ dappertutto i ferri d’armatura, e grossi pezzi di calcestruzzo periodicamente si staccano dalla facciata. Le foto che pubblichiamo sono eloquenti. Se non verranno attuati rapidamente interventi di manutenzione sulle facciate, si rischia di compromettere le strutture in cemento armato, con tutto quello che ne consegue.

Perchè tutto questo? Quale oscuro disegno si nasconde dietro le strabiche azioni di investimento del danaro pubblico senza il confronto con la città e con i settori interessati allo sviluppo? Uno sviluppo che a Terlizzi è fermo da alcuni anni ed anzi arretra pericolosamente ogni giorno che passa.

Forse è fantasiosa la voce che gira nel mercato dei fiori sulla prospettiva di portare il mercato alla morte e alla sua chiusura per poi speculare sulla sua vendita come si sta tentando di fare col mercato ortofrutticolo?

QUESTA E’ LA DISASTROSA SITUAZIONE DEL MERCATO DEI FIORI DI TERLIZZI CHE RISCHIA DI CADERE A PEZZI PER LA MANCANZA DI MANUTENZIONE.

11430269_10205881327325409_259263898_n11536829_10205881308124929_1079338209_n 11536975_10205881312085028_1494257118_n 11327792_10205881317925174_2085472179_n 11349097_10205881319565215_366950849_n 11292751_10205881321765270_2104149524_n 11421660_10205881322845297_1050784776_n 11297665_10205881324725344_178554624_n

 

Un pensiero su “La visione strabica per il bene comune e lo spreco dei soldi pubblici

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...