Nel consiglio comunale di oggi, si torna a parlare dello “Scandalo Censum”

11034209_10200452643354575_3872197926364889541_n

Si torna in consiglio comunale con otto punti in discussione di cui sette “diciamo” di normale amministrazione, non sono più in discussione i tre punti sulla “manomissione” di statuto e regolamento di accesso agli atti, l’ultimo punto invece tratterà la questione Censum, da cui si trae spunto di infinita polemica da ormai due anni, da quando gli ammanchi finanziari e gli arresti, portarono il comune di Terlizzi alle cronache nazionali.

Su quest’ultimo argomento, il Movimento Città Civile non manca di anticipare il suo pensiero attraverso una riflessione aperta di Pasquale Vitagliano che scrive:

“Pochi sanno che tra i punti all’ordine del giorno del prossimo consiglio comunale, è stato aggiunto proprio dal Sindaco, per urgenza,  una proposta di transazione della società che gestiva i tributi comunali, a dir poco bislacca per non dire altro di molto più grave.
Che proposta viene fatta?

In cambio del milione di debito che questa società deve al Comune di Terlizzi verrebbe data la proprietà dell’immobile dove ha sede la società medesima in un comune del sud barese. L’immobile sarebbe stato stimato (si allega anche la perizia) € 450.000,00, ma come viene riconosciuto dallo stesso proponente risulta gravato da varie formalità pregiudizievoli, tra le quali il sequestro conservativo per danno erariale disposto dalla Corte dei Conti.

La prima considerazione da fare è che la proposta fatta è economicamente irricevibile per qualsiasi amministratore con un minimo di grano salis.

Il contesto storico della contabilità pubblica infatti suggerisce di disfarsi di immobili inutili per fare cassa, mentre il Comune di Terlizzi diventerebbe in questo caso proprietario di un immobile in un altro comune. Insomma, risibile.

Gravi poi sono i risvolti sotto il profilo delle responsabilità: questa società infatti non è una normale controparte con la quale negoziare reciproche poste di dare-avere, ma si tratta di un soggetto su cui gravano indagini di accertamento di responsanbilità di danno a carico del comune medesimo.

Insomma, trattare significa anticipare un giudizio di assoluzione di responsabilità o firmare di fatto una liberatoria in bianco.

Mi permetto a questo punto una modesta valutazione tecnica: questa proposta è indizio di insolvenza da parte di questa società.

Cosa aspettano gli avvocati del nostro comune a chiederne il fallimento?”

L’argomento, così come si presenta lascia presagire una seduta incandescente per due ordini di ragione

> la prima, di natura procedimentale, non consente una competente ed approfondita valutazione sia politica che tecnica da parte dei consiglieri comunali, i quali voteranno sulla base di chissà quale elemento di ragionevole buon senso;

> la seconda, di natura giuridico amministrativa impedirebbe di fatto qualsiasi decisione, se non dopo il pronunciamento della magistratura che sulla vicenda ha una indagine in corso e sulla quale si attende una decisione;

Stante ciò, Vincenzo Di Tria, portavoce in consiglio comunale del Movimento UNITI A SINISTRA, esprime la sua considerazione in merito e dice : “la situazione richiederebbe una immediata sospensione di tutti gli atti, fino a quando la magistratura non definisca l’intera vicenda sotto ogni profilo, civile e penale.

Questa ulteriore azione amministrativa, dimostra come il sindaco Gemmato, voglia chiudere la scandalosa vicenda Censum, nell’aula consiliare, con il probabile obiettivo di evitare il pronunciamento del Giudice e trascinare tutti i consiglieri comunali nella responsabilità di una trattativa consensuale dai contorni poco chiari e compromettenti.

Per queste e per altre notizie in fuga, si preannuncia un’altra seduta consiliare di scarso contenuto politico e di elevata conflittualità.

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...