LA PASSERELLA NEL POLO LICEALE, una speculazione politica senza meriti

10859515_10204570169347279_1103325183_n

Il Nuovo Polo Liceale

Lunedì 22 alle ore 11 si inaugura la nuova grande scuola sorta nel quartiere 167 Chicoli, che ospiterà i Licei terlizzesi.  Si chiude così un triste capitolo della storia terlizzese, apertosi nel 2004 con l’inagibilità dell’edificio del “Magistrale” e lo spostamento degli oltre 700 alunni in una sistemazione di fortuna presso la scuola di viale Pacecco.

L’amministrazione di centrosinistra guidata dal sindaco DI TRIA insieme all’allora consigliere provinciale Flavio Omobono e l’amministrazione provinciale guidata da Vincenzo Divella, profusero tutto il loro impegno per trovare i fondi necessari per la realizzazione della nuova scuola, fino a quando la Provincia di Bari nel 2008 stanziò gli oltre 9 milioni necessari alla realizzazione del nuovo Polo Liceale.

Oggi inizia così una nuova fase che vedrà unite le classi del Liceo Statale “Tommaso Fiore” e quelle del Liceo Classico “Carmine Sylos” in un unico plesso scolastico, moderno e attrezzato. Un momento felice per la comunità terlizzese e importante anche per quelle comunità che vedono i loro ragazzi frequentare il liceo qui a Terlizzi.

Non vogliamo rovinare la festa, ma alcune considerazioni sono necessarie e doverose, per rinfrescare la memoria a chi farà la Passerella lunedì nei corridoi della nuova scuola.

Il sindaco Gemmato che lunedì parteciperà al taglio del nastro, fu uno dei consiglieri comunali di opposizione a DI TRIA che inizialmente avversò il progetto, fino a metterne a rischio il finanziamento.

10863758_10204570172707363_1675033078_n

Il nuovo polo liceale

 

Invece l’ex presidente della Provincia Francesco Schittulli, oggi candidato per il centrodestra alla presidenza della Regione, non ha particolari meriti. Non è stato lui a finanziare l’opera, ma Vincenzo Divella, e anzi è sua la responsabilità di farle aprire i battenti a quasi un anno dalla sua ultimazione. Perché?

Lui e Gemmato condividono la colpa del ritardo con il quale si consegna alla città il nuovo Polo Liceale, avendo fatto cominciare l’anno scolastico a ragazzi e personale nella consueta precarietà, obbligandoli in pieno inverno ad un frettoloso trasloco, nel bel mezzo dell’anno scolastico.

Auguri ai ragazzi, ai loro docenti e al personale scolastico.

Che i nuovi ambienti siano di buon auspicio per una sana crescita collettiva.

Immagine

2 pensieri su “LA PASSERELLA NEL POLO LICEALE, una speculazione politica senza meriti

  1. La falsa comunicazione di regime propaganda che il polo liceale sarà dedicato al fu Don Gaetano Valente. Invero, la scuola conserverà la denominazione e i codici meccanografici ministeriali: ‘FIORE’ per il liceo pedagogico, sociale, linguistico e ‘SYLOS’ per il liceo classico.

  2. Quando Rampelli, amico dei ‘fratelli di taglia’, alla scuola “Pisacane” di Roma dovevano cambiare il nome alla scuola scatenò una levata di scudi del centrodestra.

Rispondi a Nicolò Vallarelli Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...