NO ad “alleanze spegiudicate”, trasformismo e arrivismo le cause del fallimento della pubblica amministrazione

sindacodi tria(2)

Vincenzo Di Tria

mqdefault

Tanino Malerba

 

Perché a Terlizzi ci si AUTOSOSPENDE.

Il consigliere comunale ha il compito di fornire INDIRIZZI sulla gestione amministrativa ed esercitare CONTROLLI sulla macchina comunale per garantirne il corretto funzionamento, questo dice la Legge.

Ai consiglieri d’opposizione spetta il difficile compito di esercitare principalmente il CONTROLLO di quanto programmato dalla maggioranza che governa la città, acquisendo atti e vigilando sulle procedure, questo dovrebbero fare.

Ma a Terlizzi tutto questo gli è precluso, ed è per questa ragione che i consiglieri d’opposizione all’amministrazione Gemmato si sono autosospesi, cioè non parteciperanno ai consigli comunali fintanto che permarranno queste condizioni di grave violazione delle Leggi dello Stato e delle comuni norme di corretta e democratica gestione della cosa pubblica.

Ricordiamo che il Comune di Terlizzi per ben due volte è stato chiamato in causa in Parlamento:

  • una prima volta dai Parlamentari di SEL, che hanno interrogato i Ministri degli Interni, delle Finanze e della Funzione Pubblica per sapere quali provvedimenti avesse preso il sindaco Gemmato dopo i gravi fatti accaduti a maggio 2013 che portarono agli arresti della dirigente alle Finanze del Comune e del presidente della CENSUM e all’ammanco di oltre 1 milione di euro, mai recuperato;
  • la seconda volta da un Parlamentare 5 Stelle per le ripetute violazioni alle norme sulla trasparenza e l’integrità che rendono difficile e a volte impossibile, sia per i consiglieri che per i comuni cittadini, di venire a conoscere di atti e procedure in corso.

Di queste interrogazioni parlamentari il sindaco Gemmato se ne è infischiato e anzi ha ricollocato la dirigente arrestata nelle sue funzioni e ha ulteriormente depotenziato il sistema dei controlli anticorruzione del Comune di Terlizzi limitando la presenza in Municipio del Segretario Generale (che svolge le funzioni di responsabile anticorruzione).

I consiglieri d’opposizione si sono sospesi per questo, e anche perché giacciono da mesi presso gli uffici comunali numerose loro richieste di atti che non hanno mai ricevuto risposta alcuna dall’amministrazione Gemmato.

Non parteciperanno ad altre sedute di Consiglio fino a quando Gemmato non avrà provveduto a rispondere alle richieste del Prefetto di Bari sul caso della dirigente Panzini, non avrà provveduto a nominare il Responsabile per la Trasparenza e l’Integrità e non avrà imposto agli uffici preposti di rispondere tempestivamente alle richieste di accesso civico da parte dei cittadini e alle richieste scritte di atti formulate dai consiglieri comunali.

Si tratta di 7 consiglieri comunali provenienti da aree politiche molto diverse fra loro: 4 sono del PD, 1 è dei Verdi, 1 appartiene al Movimento Civico e 1 proviene dalla maggioranza di Gemmato, ma da tempo ne ha preso le distanze.

Tra di essi, i due consiglieri Vincenzo di Tria e Gaetano Malerba appartengono alla rete di UNITI A SINISTRA, che ha inteso definire meglio la propria posizione politica rispetto a tutte le altre forze politiche e associative che si sono accodate alla protesta contro Gemmato.

UNITI A SINISTRA non vuole confondere la sua battaglia per il buon-governo con le mire dei tanti opportunisti che hanno colto l’occasione della mobilitazione dei consiglieri per riaffacciarsi alla scena politica cittadina o per cambiare casacca nell’aspettativa di rifarsi una verginità e far parte di future maggioranze.

UNITI A SINISTRA sostiene che il fallimento di Gemmato derivi anche dall’aver stretto alleanze spregiudicate e il centrosinistra terlizzese non può ripetere errori che gli sarebbero fatali.

Per questo UNITI A SINISTRA sostiene l’autosospensione dei consiglieri ma respinge con forza ogni tentativo di mettere insieme pezzi di una certa politica fatta di trasformismo e arrivismo, quella che nel 2011 ha fatto cadere l’amministrazione di centrosinistra, che poi ha fatto campagna elettorale per Gemmato e ha fatto parte della sua maggioranza.

A costoro non va garantita nessuna riabilitazione, ma anzi ne va accelerata l’uscita di scena.

10301510_10204224945396896_188138818523595554_n

Assemblea di UNITI A SINISTRA

Immagine

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...