“La trasparenza non ha colore politico”, Giuseppe Coviello punta il dito sul Sindaco e sul Presidente del Consiglio Comunale

images

Sulla questione morale della mancata trasparenza negli atti del comune di Terlizzi, interviene Giuseppe Coviello, promotore delle diverse iniziative di richiesta di accesso agli atti, che il comune di Terlizzi ha puntualmente omesso di riscontrare, in violazione alle norme vigenti in materia di anticorruzione e trasparenza.

“Sono l’autore della nota inviata al Presidente della Repubblica in cui segnalo il mancato riscontro alle richieste d’Accesso Civico del Comune di Terlizzi.

E’ indecoroso ripercorrere le tappe di una vicenda che si trascina stancamente da ormai troppo tempo essendo trascorso più di un anno dalla prima richiesta.

Probabilmente sbaglio a credere che il nostro sia uno Stato di Diritto e forse dovrei dare ascolto ai tanti che consigliano un esposto alla Magistratura, perché la mancata pubblicazione sull’Albo Pretorio online di Delibere di Consiglio, di Giunta e Determinazioni potrebbe configurare il reato di omissione di atti d’ufficio.

Mi rivolgo agli competenti e non alla Magistratura per ricevere quelle risposte, quei riscontri negati non a me ma a tutta la cittadinanza.

Il lavoro “sporco” tocca sempre alla cittadinanza attiva, mentre quello bello ma solo perché politicamente più appariscente che sostanziale, come la diretta streaming del Consiglio Comunale, appartiene alla politica dei Ponzio Pilato (con questo non disprezzo lo streaming, anzi, ma è ben poca cosa come misura di Trasparenza rispetto alla fame di conoscenza e per quanto previsto dalle normative).

Resta il fatto che la pec (posta elettronica certificata) inviata, in cui si informava il Sindaco, il Presidente del Consiglio Comunale ed il Segretario Generale supplente della nota diretta al Presidente della Repubblica e della Interrogazione Parlamentare, risulta regolarmente accettata dal ricevente Comune di Terlizzi alle ore 12:16:22 del 08/10/2014.

Non riesco ad immaginare un sistema diverso da quello noto a tutti gli utilizzatori di posta elettronica che è quello dell’invio e della notifica in tempo reale.

Non si capisce quali siano i motivi dell’eventuale mancato inoltro ai diretti interessati nella stessa giornata.

Sindaco e Presidente del Consiglio Comunale dichiaravano di essere all’oscuro, il giorno dopo l’invio, quando, al termine del Consiglio Comunale, si sono posti dei quesiti nel merito del Responsabile della Trasparenza, dell’Accesso Civico e dell’Interrogazione Parlamentare.

Resta il fatto che in ogni caso il Sindaco dimostra di non avere memoria se ha nominato o meno il Responsabile della Trasparenza, probabilmente non ricorda della nota che ha ricevuto dal Segretario Generale supplente del Comune di Terlizzi in carica nel mese di giugno c.a. in cui al punto d) scrive: “ al momento non è stato reperito un provvedimento formale d’incarico al Segretario Generale quale “Responsabile della Trasparenza” si ritiene che il provvedimento sia fondamentale e necessario ……….”.

Mi domando dopo che sono trascorsi oltre tre mesi da questa constatazione, se si sta cercando ancora il provvedimento o si vuole continuare ad ignorare l’adempimento?

La Trasparenza non ha colore politico è un principio inalienabile che appartiene a tutti e pertanto questa è la nota di un cittadino che si spoglia della sua appartenenza politica.”

Giuseppe Coviello

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...