Torna il buio nelle strade, a Terlizzi è diventato un problema serio per la sicurezza dei cittadini

Buio nelle strade

Buio nelle strade di Terlizzi

Ormai non passa giorno senza che i cittadini terlizzesi lamentino la mancanza di pubblica illuminazione che rende molte strade insicure durante le ore notturne.

Il problema, più volte evidenziato dalle cronache mediatiche, non viene affrontato e risolto dall’amministrazione comunale da oltre due anni, cioè da quando il fenomeno di interruzione improvviso del servizio si sta verificando in maniera sempre più frequente.

Il Movimento Cinquestelle di Terlizzi lancia un urlo nel deserto dell’indifferenza.

ILLUMINAZIONE PUBBLICA

Il Consiglio Comunale è retto da una maggioranza politica composta da Yes Man creature mutanti privi di una propria identità politica, semplicemente un gadget politico.

L’apice lo si raggiunge nel corso delle domande d’attualità: duetti canori tra il Consigliere e l’Assessore di riferimento tanto da ricordarci la famosa canzone “trottolino amoroso”.

L’illuminazione pubblica, probabilmente, sfugge dalle loro competenze tutte incentrate sul mattone e suoi derivati.

Il “buio oltre la siepe” è ciò che è sconosciuto pur essendo vicino.

520.000 euro di manutenzione straordinaria spesi  fra gli anni 2011 e 2012 non sono stati sufficienti a rendere efficienti gli impianti.

320.000 euro circa è il canone annuo di manutenzione, forse fra i più cari al mondo.

29 euro circa per abitante, contro una media nazionale di 19 euro circa, è il costo di manutenzione e consumi di un nostro lampione nel 2013.

Probabilmente deve farsi strada nelle nostre menti  un bisogno, una necessità tale da giustificare ulteriori interventi ed ulteriore spesa, privi di un piano organico di efficientamento energetico del sistema.

Occasione per incoraggiare e sostenere con soldi pubblici anche la società di manutenzione dell’Impianto di Pubblica Illuminazione?

E’ secretata qualsiasi informazione al riguardo ma è solo per garantire la nostra serenità e tranquillità.

Immaginiamo l’opposizione attaccare la maggioranza accusandola di creare artatamente i blackout  al fine di farla brancolare nel buio.

Accendiamogli una candela altrimenti restando con il cerino in mano  rischiano di bruciarsi i polpastrelli delle dita.

Il Montesquieu afferma che nel dispotismo  deve esistere un’obbedienza estrema. L’educazione è servile. Il principio del governo dispotico è soggetto a corrompersi senza posa, perché esso governo è corrotto di sua natura.

CITTADINI IN MOVIMENTO  ( Iscritti al MoVimento 5 Stelle )

TERLIZZI 5 Stelle

Movimento 5 Stelle di Terlizzi

3 pensieri su “Torna il buio nelle strade, a Terlizzi è diventato un problema serio per la sicurezza dei cittadini

  1. Il quadrilatero Via Poerio, Via Vitt. Veneto, Via Tripoli, Via Mazzini in queste sere è al buio totale. Il buio è maggiore per la conformazione delle strade strette e dell’agglomerato urbano. Infischiarsene della sicurezza dei cittadini e dell’abitato è un atto grave perseguibile penalmente. Non è vero che non ci siano responsabilità, al contrario, ve ne sono specie per il protrarsi degli eventi, interessando diverse zone del paese. Beati i ‘responsabili’ che dormono sonni tranquilli!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...