Terlizzi senza bussola, una città in balia delle onde

0

Mercato Ortofrutticolo di Terlizzi, indietro tutta.

Troppo alto il rischio di schiantarci contro gli scogli, Terlizzi una realtà di ventisettemila persone, viaggia tra le correnti occasionali sollevate dalle intemperie e dai venti.

Si è parlato tanto e forse troppo del Mercato Ortofrutticolo di Terlizzi, tutto ed il contrario di tutto, e tutto senza un perchè, tutto senza una chiara idea del futuro, si vive alla giornata come se fosse l’ultimo giorno.

L’ultimo bollettino diceva che sul mercato ortofrutticolo si dovevano realizzare le palazzine con tanto clamore dei cittadini in rivolta, preoccupati di rimanere vittime di una nuova speculazione edilizia con tanto di cementificazione.

Comizi e dibattiti, denunce scritte e verbali, forze politiche e sociali sul piede di guerra per salvaguardare uno strumento di indiscutibile valore economico ed occupazionale per l’agricoltura e per l’intera economia locale, ma l’ordine era DELOCALIZZARE!

Invece ? Con una brusca virata, la rotta si inverte e riprende la direzione che la giunta Di Tria aveva avviato nel 2011, riprendendo un investimento di 250.000 euro per riqualificare e adeguare alle nuove norme, le condizioni funzionali e strutturali del glorioso e sempre attuale Mercato Ortofrutticolo di via Carelli.

Se non fosse per la solita faziosità tra le parti politiche in gioco, forse oggi,  il mercato ortofrutticolo di Terlizzi avrebbe già avuto il giusto vantaggio di vedere realizzata una infrastruttura riqualificata e adeguata ai tempi, mentre la campagna ortofrutticola in corso costringe ancora a stringere i denti, sia i laboriosi agricoltori, che i qualificati commissionari che operano per la fase commerciale.

A pensar male si fa peccato, ma.. la recente rivolta degli 11 fruttivendoli,  forse, ha sollevato il vento dell’armonia.

Leggete qui >> http://www.comune.terlizzi.ba.it/mc/mc_attachment.php?x=584566a379d8e422d4491bc9808efaf6&mc=5439& la delibera di giunta comunale del 18 Aprile 2014, ma pubblicata dopo circa due mesi il 03 Giugno 2014.

Grazie Gemmato, per aver ascoltato Di Tria.

images

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...