I Verdi e la CGIL: a Terlizzi il corteo del 1° Maggio si farà anche senza il Sindaco

20140501_11025320140501_113202

Tutto pronto per il corteo tradizionale del 1° Maggio Terlizzese che partirà alle ore 18:30 dalla sede della camera del lavoro di Terlizzi, per poi arrivare in Via Paù dove gli organizzatori terranno il comizio, dal palchetto infiorato dal gruppo dei Verdi guidati dall’instancabile Tanino Malerba.

Non poche le polemiche contro l’amministrazione comunale, che pare abbia negato l’autorizzazione del Corteo e della iniziativa per la festa del primo maggio, tradizione fortemente sentita a terlizzi, che nonostante tutto, sarebbe stata autorizzata dalla Prefettura.

Abbiamo voluto registrare alcune dichiarazioni degli organizzatori che vi riportiamo fedelmente, perchè è importante, per le ragioni di libertà e democrazia, far conoscere all’opinione pubblica, la situazione in cui è prigioniera la Città dei fiori e dei simboli della libertà, vittime dei sistemi del noto ventennio.

“Gemmato forse conosce solo le date ma non gli avvenimenti storici. Non è ancora convinto che è sindaco di un paese della Repubblica Italiana e non quella di Salò.”

“Anche quest’anno grazie alla volontà del nostro capogruppo dei Verdi Terlizzi consigliere Tanino Malerba e soprattutto contro la volontà del sindaco Gemmato e della sua “squadra” di governo si darà il giusto risalto alla festività del 1* MAGGIO!”

Non ci sono parole.

AGGIORNAMENTO ore 20

Grande Partecipazione vedi Video  https://www.facebook.com/photo.php?v=10203892841071632&set=vb.1539386405&type=2&theater

3 pensieri su “I Verdi e la CGIL: a Terlizzi il corteo del 1° Maggio si farà anche senza il Sindaco

  1. Grazie alla proclamata assenza del dr. Gemmato e dei suoi fratelli di taglia, anche quest’anno si celebrerà il 1° Maggio. Le battaglie sociali e del lavoro disdegnano le politiche di destra. Se l’Italia è nella condizione in cui si trova è grazie al berlusconismo sfrenato e al suo ventennio. Ogni ventennio lascia il suo segno.

  2. La vera libertà individuale non può esistere senza sicurezza economica ed indipendenza. La gente affamata e senza lavoro è la pasta di cui sono fatte le dittature”. (Franklin Roosevelt)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...