Degrado ambientale e tutela dei beni storici e culturali, chiesto un incontro con l’amministrazione comunale

935998_232771936881412_1514751640_nPuliamo Terlizzi scrive all’Amministrazione comunale chiedendo un incontro per discutere delle più gravose problematiche ambientali

Di seguito il testo integrale della missiva depositata il 24 aprile 2014 ed indirizzata al Sindaco, all’Assessore all’Ambiente ed al Vice-Sindaco.

Gent.mo Sindaco,

il gruppo di cittadini volontari che ha dato vita all’iniziativa permanente “Puliamo Terlizzi” è impegnato dal 16 maggio 2013 in azioni di pulizia e tutela ambientale del territorio comunale, di valorizzazione dei beni storici e culturali, svolgendo altresì frequenti ricognizioni con l’intento di segnalare tempestivamente eventuali situazioni di illiceità legate in particolar modo all’abbandono incontrollato di rifiuti e abusi su aree d’interesse pubblico.

Le scriviamo a seguito di un incontro informale e casuale avvenuto tra un membro del gruppo ed il Vice Sindaco ed Assessore Francesco Tesoro, durante il quale quest’ultimo ci invitava a inviare una formale richiesta per organizzare un incontro con alcuni membri dell’Amministrazione nel quale illustrare le nostre proposte.

Ci preme sottolinearle come in questi mesi l’amministrazione non abbia mostrato significativa attenzione verso un numeroso gruppo di cittadini, che con profonda sensibilità e abnegazione per la tutela ambientale del territorio comunale, ha svolto circa 60 azioni di pulizia di siti degradati e raccolta rifiuti in tutto l’agro, sistemazione di aree verdi in evidente stato di abbandono, oltre ad un ingente numero di segnalazioni e denunce di abusi e illeciti sul territorio.

Con la presente ufficializziamo la nostra richiesta d’incontro con l’Amministrazione Comunale e le anticipiamo di seguito i temi a noi cari e di cui vorremmo discutere:

 

  1. Richiesta di adozione di un’area verde comunale da parte dei cittadini volontari di “Puliamo Terlizzi”. Incentivazione di questo genere di pratica a favore di altre associazioni, privati o aziende che volessero seguire lo stesso esempio. In generale, migliore gestione delle aree verdi, loro incremento anche attraverso la messa a dimora di nuove piante ( legge n.10 del 14 gennaio 2013, “un albero per ogni nuovo nato”);
  2. Discussione di un programma di bonifiche ambientali dei numerosi siti comunali interessati dall’abbandono incontrollato di rifiuti speciali e pericolosi; valutazione delle risorse economiche a disposizione e da intercettare (bando regionale per la rimozione dell’amianto in aree pubbliche e private del Servizio Ciclo Rifiuti e Bonifica n. 46 del 26 marzo 2014);
  3. Incremento delle misure di controllo del territorio;
  4. Gestione rifiuti solidi urbani: stato dell’arte del nascente ARO e dell’attuazione della “Strategia Rifiuti Zero”, progetti per una corretta informazione e sensibilizzazione dei cittadini;
  5. Tutela e valorizzazione della “Padula” (individuata dal Piano Comunale dei Tratturi quale area di pregio paesaggistico da salvaguardare) attualmente interessata da abbandono incontrollato di rifiuti ed utilizzo di suoli per lo sversamento di scarti di lavorazione dei frantoi;
  6. Tutela e valorizzazione dell’Appia-Traiana: cisterne GPL in area di pertienza del tratturo, controlli sulla regolarità dell’occupazione di suolo demaniale, attuazione del Piano Comunale dei Tratturi ed integrazione con l’itinerario delle Vie Francigene di Puglia;
  7. Stato di degrado delle banchine di alcune strade extra-urbane;
  8. Stato attuale e progetti per la pineta di proprietà comunale ad ovest dell’area cimiteriale;
  9. Recupero e valorizzazione delle antiche cisterne;
  10. Richiesta di collaborazione con l’azienda che svolge la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti per il Comune di Terlizzi (ASV) in ambito di programmi di bonifica straordinaria del territorio;
  11. Aree verdi urbane interessate da degrado o incomplete (sottopasso Via Mazzini, ex rudere Viale Aldo Moro, area verde di Via Giovanni Paolo II);

FPB

Un pensiero su “Degrado ambientale e tutela dei beni storici e culturali, chiesto un incontro con l’amministrazione comunale

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...